L'incidente dei vetri ha fermato le prenotazioni del Tesla Cybertruck? Non proprio...

L'incidente dei vetri ha fermato le prenotazioni del Tesla Cybertruck? Non proprio...
di

Dalla notte di venerdì scorso non facciamo altro che parlare del nuovo Tesla Cybertruck, un pick-up futuristico e dall’aspetto squadrato che ha diviso pubblico e giornalisti specializzati. Ma come stanno andando le prenotazioni?

La presentazione ufficiale portata avanti da Elon Musk ha avuto certamente alti e bassi, con i momenti migliori arrivati con la salita sul cassone posteriore del quad ATV e della mazzata sferrata senza danni sulla carrozzeria del Cybertruck, mentre il lancio della pallina di metallo sui vetri ha gettato Elon Musk nell’imbarazzo più totale.

Questi infatti, costruiti in Armor Glass, non avrebbero dovuto rompersi, come dimostra questo video di backstage, sembra però che questo inconveniente non abbia fermato gli appassionati dal prenotare il possente veicolo. Secondo quanto riferito dallo stesso Musk su Twitter, il Tesla Cybertruck ha raccolto in poche ore 146.000 pre-ordini, con il 42% dei clienti che ha scelto la variante Dual Motor, il 41% quella Tri Motor (questo un dato davvero molto interessante) e solo il 17% il modello con motore singolo. Si è poi saliti a 187.000, finché lo stesso Musk non ha scritto su Twitter "200k", il che significa quota 200.000. Difficile tenere il conto dunque, visto che si sale di ora in ora.

Il CEO della compagnia ha poi specificato che tutto questo è stato raggiunto senza creare una sola pubblicità e non un solo endorsement a pagamento. Già tempo fa avevamo visto come Tesla fosse la sola società più chiacchierata fra tutte senza neppure una singola campagna pubblicitaria sui social, una sorta di miracolo commerciale…

Quanto è interessante?
2