di

Nonostante le temperature sempre più basse in quel di Monte Carlo, il clima si fa sempre più infuocato mano a mano che si avvicina il primo weekend di gara della stagione WRC 2022. Le case costruttrici sono alle prese con gli ultimi test pre-campionato, ma nella giornata di oggi il team Ford M-Sport ha avuto a che fare con un incidente clamoroso.

I numerosi test che si svolgono i giorni prima del Rally di Monte Carlo non sono tanto necessari per tutta la stagione, quanto per la preparazione certosina del weekend di gara di Monaco, considerato il più pericoloso e insidioso, e per questo è anche uno di quei rally che tutti i piloti sognano di vincere almeno una volta nella vita.

Alcuni test erano già stati svolti nei giorni scorsi, ma le condizioni erano ancora troppo diverse da quelle che si trovano il giorni di gara, mentre nelle prove odierne la situazione è cambiata radicalmente, con neve a bordo strada, tratti si asfalto asciutto e baciati da sole che si alternano a zone umide o addirittura coperte dal verglass, la quasi invisibile e pericolosa patina di ghiaccio che copre alcune parti del manto stradale, e che sono soltanto una parte delle molte insidie che si nascondono a Monte Carlo.

E oggi a pagarne le conseguenze sono stati Craig Breen e il suo co-pilota Paul Nagle, che sono usciti di strada a bordo della loro nuovissima Ford Puma Rally1, l’auto erede della vittoriosa Ford Fiesta del team M-Sport. Nel suo caso il problema non è stato il ghiaccio, bensì un piccolo errore di valutazione, che gli è costato carissimo.

In uno dei tratti rimasti fino all’ultimo sotto un tiepido sole, tra l’altro uno dei punti più veloci e da pelo sullo stomaco, il pilota inglese ha sfiorato il muretto sinistro interno alla curva che stava a protezione di un piccolo ponticello. Un buffetto che però è bastato a portare fuori traiettoria la vettura di qualche centimetro, che nella successiva svolta a destra ha impattato il crinale ed è finita in testacoda per poi cadere giù da un dirupo, facendo un volo di circa 10/15 metri, stando alle dichiarazioni dei testimoni presenti sul posto.

Fortunatamente l’incredibile sicurezza garantite da queste vetture di oggi ha scongiurato il peggio, e per l’equipaggio si è risolto tutto con un grande spavento e nulla più. E a proposito di campionato WRC 2022, Hyundai è stata la prima casa costruttrice a presentare i colori di gara della nuova i20 N Rally1.

Quanto è interessante?
2