Incentivi auto 2024, il ministro Urso ribadisce: 'In favore della produzione italiana'

Incentivi auto 2024, il ministro Urso ribadisce: 'In favore della produzione italiana'
di

Anche se il 23 gennaio la piattaforma degli incentivi auto è tornata in funzione, gli addetti ai lavori stanno aspettando l’arrivo di febbraio. L’1 del mese infatti il Ministro Urso ha in programma la riunione per decidere i dettagli dei nuovi incentivi 2024 - che sicuramente andranno, non sappiamo ancora come, a favorire la produzione italiana.

Lo ha ribadito ancora una volta Adolfo Urso, Ministro delle Imprese e del Made in Italy, durante la cerimonia inaugurale di Milano Unica, il Salone Italiano del Tessile in programma a Rho FieraMilano. Il Ministro ha ribadito già altre volte questo concetto, ovvero: “Rilanciare in tutti i modi la produzione di auto italiana”. Altri obiettivi dei nuovi incentivi 2024 saranno: rottamare le auto più vecchie e aiutare le famiglie che hanno maggiore necessità.

Il Ministro ha anche ricordato la riunione dell’1 febbraio: “Il tavolo dell’automotive è convocato l’1 febbraio. In quella sede presenterò il nuovo piano incentivi che andrà in tre direzioni ben precise: aiutare le famiglie che ne hanno più bisogno, rottamare le auto più inquinanti da Euro 0 a Euro 3 e incentivare la produzione di auto in Italia”, esattamente come anticipato sopra.

Il Ministro ha ricordato che per incentivare la produzione di nuove auto e la costruzione di nuovi stabilimenti sul territorio italiano sono stati stanziati 3,5 miliardi di euro (fondi sia nazionali che europei). Altri 5 miliardi arriveranno da risorse nazionali e fondi Pnrr per l’innovazione digitale e l'efficientamento energetico. Per saperne di più sugli incentivi auto dovremo dunque aspettare almeno l’1 febbraio per capire cosa verrà approvato dal tavolo dell’automotive.

Nel caso in cui gli incentivi favorissero le auto prodotte in Italia, ecco tutti i modelli Made in Italy da prendere con gli incentivi 2024.

FONTE: ANSA

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi