La nuova Volkswagen Passat alla prova in un lungo video test

di

Arrivata sulle strade nell’ormai lontano 2014, l’ottava generazione della Volkswagen Passat è stata una vettura dal successo mondiale, con quasi 30 milioni di unità vendute ed un posto scolpito nel cuore di molti appassionati.

Ora, la casa automobilistica tedesca con sede a Wolfsburg ha deciso di riprendere in mano la “formula”, integrando tutte le più innovative tecnologie di assistenza alla guida per portarla ad “un passo” dalla guida autonoma.

Ma spieghiamoci meglio:

Con un debutto formale previsto in occasione del prossimo Salone di Ginevra, il protagonista delle rivoluzioni tecnologiche della nuova Passat è sicuramente il Travel Assist che, visto per la prima volta su una Volkswagen, consentirà di guidare in una modalità “parzialmente automatizzata”.

Il sistema, classificabile di Livello 2 secondo lo standard internazionale J3016, parte delle tecnologie IQ.Drive, è una diretta evoluzione del precedente Traffic Jam Assist e combina le funzioni del “cruise control predittivo” e del “Lane Support Systems”, mantenendo la Passat nel flusso del traffico fino ad una velocità massima di 210 km/h.

A mantenere l’attenzione del guidatore sulla strada ci penserà invece il nuovo volante capacitativo, in grado di rilevare la presenza delle mani sul volante e di inibire il funzionamento del Travel Assist in caso il guidatore abbandoni i controlli per più di 10 secondi.

Tra le nuove tecnologie si segnala la presenza “Emergency Steering Assist”, che aiuta il guidatore nelle fasi di scarto, agendo sui freni al fine di mantenere più stabile la vettura durante qualsiasi manovra d’emergenza.

Cambia anche l’esterno; come si può vedere dal video di Autogefühl, i maggiori cambiamenti di concentrano nella parte anteriore, con un nuovo paraurti, una griglia inferiore vistosamente modificata, i fari ora a LED con opzione LED IQ.Light per una visione ancora più accurata e la scritta Passat ora al centro della coda.

Nuovi gli interni, ora decisamente più arricchiti: come si può vedere, cambiano i rivestimenti delle portiere, completamente ridisegnati, e sono nuove anche la strumentazione e il volante, con il vano portaoggetti nella console centrale che si aggiorna per la ricarica induttiva per smartphone.

Sempre parlando della cabina, la novità più grande è però rappresentata dal nuovo sistema di infotainment di terza generazione: Il touchscreen sulla console centrale può essere ordinato in tre diverse dimensioni, da 6.5, 8.0 e 9.2 pollici, sarà in grado di integrarsi con le app del nostro iPhone grazie all’Apple CarPlay wireless, e sarà sempre online attraverso la Online Connectivity Unit con scheda Sim integrata di serie.

Parlando del propulsore, la Passat offre un’autonomia elettrica incrementata, e arriverà a percorrere fino a 55 km secondo il nuovo ciclo Wltp se utilizzata come veicolo a zero emissioni.

Grazie all’abbinamento tra il motore elettrico e quello turbo benzina, la Volkswagen Passat si dimostra efficiente nei lunghi viaggi, soddisfando senza problemi le norme sulle emissioni Euro 6D che saranno in vigore dal 2021.

FONTE: Motor1.com
Quanto è interessante?
1

Le Offerte e le parti di ricambio per Auto e Moto in offerta su Amazon.it.

La nuova Volkswagen Passat alla prova in un lungo video test