Gli impianti Fiat & Co. italiani costano troppo: Stellantis prepara la riorganizzazione

Gli impianti Fiat & Co. italiani costano troppo: Stellantis prepara la riorganizzazione
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Quando FCA e PSA hanno ufficializzato l’accordo di fusione, creando di fatto Stellantis, da italiani ci siamo subito preoccupati delle fabbriche nostrane e dei posti di lavoro. Ora Carlos Tavares ha annunciato un’imminente riorganizzazione.

Diciamo subito che Tavares, attuale CEO di Stellantis, non ha mai detto che i posti di lavoro italiani sono a rischio, anzi; ha però affermato che gli stabilimenti del Bel Paese costano il doppio rispetto a quelli del gruppo situati in Francia e Spagna. Il CEO ha del resto fatto visita alle fabbriche di Mirafiori e Grugliasco appena la scorsa settimana, là dove vengono costruite le nuova Fiat 500 e le Maserati Quattroporte, Levante e Ghibli, riscontrando per l’appunto costi eccessivamente elevati rispetto ad altri esempi interni.

Il manager è ora pronto a ridurre subito i costi degli impianti italiani, una fonte sindacale però assicura che i posti di lavoro non verranno toccati dal rimpasto. Sulla carta, si tratta di ottimizzare i costi degli stabilimenti e migliorare il lavoro degli operai, magari sfruttando l’impronta che PSA ha utilizzato negli ultimi anni nelle sue fabbriche europee. All’orizzonte dunque non ci sarebbe alcuna chiusura, i sindacati italiani stanno continuamente lavorando affinché la forza lavoro non venga toccata, di certo però una minima riorganizzazione ci sarà - Tavares però non è ancora sceso nei dettagli. Ovviamente monitoreremo la questione nelle settimane a venire.

Quanto è interessante?
3