INFORMAZIONI SCHEDA
di

Se pensiamo alla Bugatti Chiron, 1500 CV, 87,5 CV/litro, una coppia massima di 1600 Nm a partire da 2000 giri/min e tanta fibra di carbonio, non possiamo non pensare ai suoi freni.

Con pinze fisse a otto pistoncini all’anteriore e sei sul posteriore, l’impianto in alluminio forgiato è il più poderoso sul mercato, una vera e propria opera d’arte capace di frenare i 400 km/h raggiungibili dalla vettura in appena 10 secondi e 420 metri.

La casa automobilistica francese ha ulteriormente migliorato le sue tecniche produttive: utilizzando la tecnica di stampa 3D per creare nuovi freni in titanio, negli scorsi mesi Bugatti è riuscita a ottenere maggior rigidità e peso ridotto, diminuendo del 40% il valore totale sulla bilancia.

Se avete una stampante 3D a casa, non pensate però di poter sostituire facilmente i freni della vostra auto con quelli creati da Bugatti: parte del Volkswagen AG e in collaborazione con HP, la casa francese ha utilizzato una delle stampanti 3D più potenti al mondo, impiegando ben 45 ore, 4 laser da 400 watt e 2313 layers di materiale nella creazione di un’unica pinza.

In un video, l’azienda ci ha mostrato una “fuocosa” sessione di testing delle nuove pinze che, montate su un disco fatto arrivare alla velocità di 400 chilometri orari, hanno dato una forte prova della loro funzionalità. Al massimo carico, il disco e la pinza hanno raggiunto l’altissima temperatura di 1000°. Inutile dire che, alla fine, il disco stava letteralmente bruciando.

Con l’apertura del nuovo toolmaking center in Wolfsburg, Bugatti dimostra di voler puntare su questa nuova tecnologia. Il prossimo obiettivo? Velocizzare il processo di stampa e dare il via alla produzione di massa.

FONTE: Motor1.com
Quanto è interessante?
2
I freni della Bugatti Chiron 'a fuoco' contro i 400 km/h, il video