L'IA di Seat ti monitora mentre guidi: nessuna tolleranza per le distrazioni

L'IA di Seat ti monitora mentre guidi: nessuna tolleranza per le distrazioni
di

Seat sta lavorando con l'azienda Eyesight per creare un'IA in grado di monitorare completamente l'abitacolo, impedendo all'automobilista di distrarsi in qualsiasi modo. Sareste disposti a farvi spiare da un software mentre siete al voltante?

Per quanto distopico vi possa sembrare, uno dei più grandi killer alla guida, assieme a droghe e alcol, sono proprio le distrazioni. A complicarci le cose sono sicuramente gli smartphone —una vera dipendenza per moltissimi automobilisti—, ma anche sistemi di infotainemnt sempre più totalizzanti, oltre che le tecnologie di assistenza alla guida che, paradossalmente, finiscono per dare un falso senso di sicurezza che ci induce ad abbassare l'attenzione. Certo, le case automobilistiche che vendono ADAS avanzati o sistemi autonomi di Level 2 come "guida completamente autonoma" non aiutano di certo.

Ma se proprio la tecnologia venisse utilizzata per disincentivare, e non accentuare, le distrazioni?

La tecnologia di Seat è ancora in progettazione, ma l'idea è che un'IA possa usare diversi sensori per monitorare costantemente l'attenzione dell'automobilista. Sta guardando dritto in strada o si sta perdendo a smanettare con il satellitare? L'oscillazione dello sterzo suggerisce una guida poco attenta?

Chiariamoci, nel caso in cui il sistema monitori una distrazione non è che l'auto inchioda e viene mandato un avviso alla psicopolizia stradale: il sistema si limita a prendere precauzioni aggiuntive.

Ad esempio se i sensori frontali notano un ostacolo in lontananza, l'IA, tenendo conto dei maggiori tempi di reazione del guidatore, potrà frenare in autonomia con largo anticipo, o aumentare momentaneamente la tensione delle cinture di sicurezza.

In questo modo ogni anno si potrebbero salvare decine di migliaia di vite.

FONTE: Just Auto
Quanto è interessante?
1