Hyundai spinge sull'idrogeno: obiettivo 700.000 unità entro il 2030

Hyundai spinge sull'idrogeno: obiettivo 700.000 unità entro il 2030
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Mentre produttori, governi e cittadini corrono a grandi falcate verso l'elettrico, qualcuno si chiede "Che fine ha fatto l'idrogeno?" A riprendere l'argomento è Hyundai, che tramite il suo vicepresidente ha chiesto una maggiore cooperazione per lo sviluppo della tecnologia a idrogeno e la salvaguardia dell'ambiente.

Euisun Chung è non a caso il co-presidente dell'Hydrogen Council, un'associazione internazionale che raccoglie oltre 50 aziende operanti in diversi ambiti energetici e del trasporto - che insieme possono davvero cambiare in meglio il nostro pianeta, spingendo ogni giorno di più verso fonti di energia pulita. Dal palco, Chung ha auspicato una maggiore collaborazione fra pubblico e privato, perché soltanto così l'idrogeno può diffondersi su larga scala.

Hyundai è da tempo in prima linea per la diffusione delle vetture a idrogeno, insieme a Toyota. La prima ha già a listino la famosa Hyundai NEXO e in futuro arriverà anche la FCEV Vision 2030, la seconda invece vanta la Toyota Mirai e bus per il trasporto pubblico. Ciò che si fa oggi però non basta: l'obiettivo è produrre 700.000 unità a celle a combustibile entro il 2030 e portare l'idrogeno in nuovi settori e mercati. L'idrogeno infatti può sì alimentare mezzi pubblici e privati ma anche essere implementato per lo stoccaggio dell'energia.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
0