di

La Hyundai IONIQ 5 (eccola dal vivo) è una vettura elettrica particolarmente attesa, soprattutto nei mercati dove alcuni modelli a zero emissioni non sono ancora commercializzati. Ad ogni modo una delle caratteristiche chiave dell'elettrica coreana è la sua eccellente rapidità in ricarica, e ora un test ufficiale ce la spiega nel dettaglio.

Il produttore aveva inizialmente condiviso soltanto numeri ideali nel merito, ma questa volta possiamo dare un'occhiata ai risultati reali con tanto di condizioni iniziali: la prova si è tenuta in Corea del Sud lo scorso 20 aprile 2021 con una temperatura atmosferica di 19°C e un pacco batterie a 15°C.

Il video in alto è piuttosto esplicativo in tal senso, e infatti in minuscolo è recitato:"Questo video mostra l'effettivo quadro degli strumenti della IONIQ 5, immortalato durante una ricarica ultra-rapida presso la Hyundai EV Station Gngdong alle 12:00 del 20 aprile 2021."

"Dettagli sulle condizioni: la temperatura esterna era di 19°C e la batteria si trovava a 15°C. (Le performance di ricarica migliorano alla temperatura ideale di 25°C.)"

Insomma, da quello che abbiamo potuto apprendere, la curva di ricarica ha avuto numerose variazioni lungo il cammino che doveva portarla all'80 percento. Al collegamento del cavo la batteria era al 10 percento la potenza erogata è stata di 115 kW, ma al 14-15 percento la potenza è aumentata fino ai 187 kW, mentre al 29-30 percento il sistema ha permesso di toccare i 220 kW.

Il picco assoluto si è registrato tra il 30 ed il 51 percento di carica, con un valore massimale di ben 225 kW. Ovviamente, all'avvicinarsi della ricarica completa la potenza ha cominciato a decrementare raggiungendo i 120 kW (forse per la temperatura eccessiva), poi si è risollevata spostandosi sui 170 kW e infine è calata nuovamente al 79-80 percento fermandosi sui 170 kW.

All'atto pratico la regolazione certosina dei watt da erogare viene gestita in modo non dissimile dalla batteria di un moderno smartphone, ma è estremamente interessante notare che la Hyundai IONIQ 5 sia stata capace di passare dal 10 all'80 percento in poco più di 18 minuti, mentre il segmento compreso tra il 20 e l'80 percento (forse più realistico) si è concluso in soli 15 minuti. Si tratta di un risultato eccezionale nonché sorprendente: gli acquirenti non dovranno preoccuparsi di estenuanti soste alla colonnina per poter ripartire.

Ovviamente ciò si riferisce alle situazioni nelle quali ci si imbatta in una colonnina pienamente compatibile con la vettura, e da parte nostra speriamo che l'infrastruttura del nostro paese migliori nettamente nel prossimo futuro.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1