di

Si avvicina la fine dell’anno e il momento in cui tirare le somme su quali siano state le migliori auto dell’annata. Top Gear festeggia la ricorrenza con la Speed Week, la settimana in cui tutti i giornalisti del magazine inglese si radunano per eleggere la miglior auto sportiva stradale dell’anno. Le contendenti erano 25, ma soltanto una ha vinto.

Dopo un’abbondante scrematura a base di sbandate, accelerazioni e curve al limite (qui potete conoscerle tutte guidati dalla voce di Chris Harris), ne sono rimaste soltanto 5, tutte incredibilmente differenti tra loro, ma accomunate da un comportamento e da un’anima di carattere. Qual è quindi questa Top 5?

Nella casella più lontana dalla vetta si è piazzata la Ferrari SF90, una vettura considerata un po’ troppo tecnologica ma che difficilmente passa inosservata, sia a livello estetico che dinamico. Subito davanti a lei c’è la nuova Porsche 911 GT3, una vettura ancor più raffinata della precedente, che grazie alle nuove sospensioni a doppio braccio oscillante sull’anteriore si trova ancor più a suo aggio tra le curve, specialmente su strada, anche se questo accorgimento le ha tolto un po’ di carattere, stando alle dichiarazioni dei tester di Top Gear, tra i quali Chris Harris, grande amante delle vetture di Zuffenhausen.

Sul gradino più basso del podio c’è la BMW M3, la vettura della Divisione M più chiacchierata della storia a causa del suo frontale inedito, ma che piaccia o meno, rimane comunque una vettura dalle doti dinamiche eccellenti, che rimane il riferimento tra le berline sportive.

La medaglia d’argento se l’aggiudica la Peugeot 205 GTI. Si avete capito bene, la mitica compatta francese tornata in vita sotto forma di restomod ad opera di Tolman Engineering, che l’ha aggiornata agli standard attuali e garantisce divertimento a non finire sulle strade più tortuose con il suo carattere analogico.

La vincitrice del titolo di miglior sportiva del 2021 va invece alla Hyundai i20 N (a proposito, leggete le nostre impressioni sulle Hyundai N provate sulla pista di Monza), la vettura più economica dell’intero gruppo, ma che con una spesa contenuta regala sensazioni da prima della classe, che non hanno niente da invidiare alle sportive descritte precedentemente. Voi cosa ne pensate?

Quanto è interessante?
1