Hyundai aumenta gli investimenti sull'idrogeno: 1,1 miliardi su nuovi impianti in Corea

Hyundai aumenta gli investimenti sull'idrogeno: 1,1 miliardi su nuovi impianti in Corea
di

Hyundai ha appena annunciato una nuova strategia per incrementare il suo impegno nella produzione di vetture alimentate a idrogeno, sportive comprese (Hyundai sviluppa un modello da 700 CV). La casa automobilistica orientale andrà a costruire nuovi stabilimenti in Corea del Sud per incrementarne i volumi produttivi.

Il brand lo ha affermato durante la spettacolare cerimonia tenutasi ad Incheon, proprio nella zona in cui gli impianti verranno messi in piedi. In pratica l'investimento ammonterà a quasi 1 miliardo di euro, e servirà a sfornare fuel cell a partire dalla seconda metà del 2023. Una volta raggiunta la piena operatività, essi permetteranno a Hyundai di assemblare 100.000 veicoli a fuel cell ogni anno.

Le fabbriche affiancheranno quella già presente e funzionante di Chungju, la quale produce fuel cell dal 2018. Nel suo caso però parliamo di circa 23.000 sistemi a fuel cell annui, per cui la compagnia moltiplicherà di diverse volte le capacità attuali.

Il presidente e CEO di Hyundai Mobis, Sung Hwan Cho, ha commentato la vicenda come segue:"Nonostante le incertezze che comprendono il COVID-19, abbiamo deciso di fare questo investimento su larga scala per assicurarci una competitività da leader del mercato nell'industria globale delle fuel cell. Continueremo a investire in maggiori stabilimenti e nel rinforzare le nostre capacità di ricerca e sviluppo per lo sviluppo dell'industria dell'idrogeno e l'espansione dell'ecosistema."

La speranza di Hyundai è anche quella di andare a diversificare la sua gamma di veicoli. A differenza di quasi ogni altro produttore possiede pure modelli tradizionali ed elettrici, ma non è da escludere la volontà di entrare nel business della costruzione di macchinari e di strumenti logistici.

Tempo fa Hyundai ha già realizzato un serbatoio a fuel cell per sollevatori, e in questo preciso istante sta sviluppando unità per escavatori a idrogeno. Come avrete notato voi stessi, il percorso è estremamente interessante, e da parte nostra non vediamo l'ora di vedere cosa ha in serbo per noi il futuro della compagnia.

In chiusura però vogliamo passare ai modelli a batteria rimandandovi ad una nostra prova: abbiamo guidato la Hyundai IONIQ 5 a trazione posteriore da 217 cavalli di potenza.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1