Honda e GM sempre più vicine: intensificato sviluppo auto elettriche low-cost

Honda e GM sempre più vicine: intensificato sviluppo auto elettriche low-cost
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Oltre alla collaborazione tra Honda e Sony per un’auto elettrica speciale, la società di Minato ha nei suoi piani una importante alleanza con General Motors per l’elettrificazione. Nei piani di Toshihiro Mibe e soci, infatti, la partnership Honda/GM porterà molte auto elettriche low-cost sul mercato internazionale.

Le recenti dichiarazioni da parte del CEO, Presidente e Direttore Esecutivo di Honda Toshihiro Mibe, e del Senior Managing Executive Officer Shinji Aoyama, evidenziano proprio l’importanza di questo accordo tra i due colossi dell’industria automotive. La transizione dell’azienda giapponese verso le zero emissioni di carbonio richiede proprio questa alleanza: “Riteniamo che la collaborazione olistica sia reciprocamente vantaggiosa, non solo per la piattaforma cosviluppata, ma anche per acquisti e appalti. Questa partnership è il futuro”.

Ricordiamo, infatti, che il SUV elettrico Honda Prologue in arrivo nel 2024 è basato in gran parte sulle tecnologie General Motors, dalla piattaforma Ultium alle batterie usate anche su Cadillac Lyriq e Chevrolet Blazer EV. Il prossimo progetto delle due società con ogni probabilità vedrà una influenza maggiore di Honda; ricordiamo, a tale proposito, che l’auto elettrica AEV in questione arriverà nel 2027 con un prezzo inferiore a 30.000 dollari.

Questo progetto potrebbe essere addirittura concepito completamente da Honda ma, date le dichiarazioni di queste ultime ore, le due aziende sembrano intenzionate a collaborare ancora e sempre più intensamente: “Sia Honda che GM hanno abbastanza tecnologie per costruire queste auto. Ora gli ingegneri di entrambe le entità stanno rivelando le tecnologie che abbiamo, discutendo su quali di esse potrebbero essere ottimali”, ha specificato Aoyama.

Sarà dunque interessante continuare a monitorare lo sviluppo di mezzi elettrici da parte del duo GM/Honda, sperando in un lancio in Italia per i modelli low-cost.

Quanto è interessante?
1