di

Sul finire del 2020, Hennessey ha svelato la sua nuova hypercar Venom F5, dotata di circa 1.840 cavalli e una velocità massima ipotetica di oltre 500 km/h. Questo è l’obiettivo della casa d’oltreoceano, e per ottenerlo non potrà contare solo su un motore dannatamente potente ma dovrà curare anche il pacchetto aerodinamico della vettura.

Per questo motivo, sul test track ufficiale di Hennessey, in Texas, è iniziata la prima fase delle prove aerodinamiche, necessarie prima di mettere gli pneumatici sulla pista da 3,5 km dell’U.S. Air Force in Arkansas, con l’obiettivo di toccare i 500 km/h, magari provando a togliere il primato alla SSC Tuatara.

Durante questa fase, l’auto non ha sfruttato tutta la cavalleria a disposizione del suo V8 twin-turbo da 6.6 litri, i tecnici hanno dimezzato la potenza del motore, che in quest’occasione erogava “solamente” 900 cavalli. Anche con la maggior parte dei cavalli imbrigliati dalle restrizioni, l’auto ha superato senza problemi la barriera dei 300 km all’ora.

L’ingegnere capo di Hennessey, John Heinricy, è rimasto sorpreso dalle prestazioni della Venom F5, nonostante la sua esperienza quarantennale in veicoli dalle alte prestazioni. Ha aggiunto, inoltre, che l’obiettivo primario dell’azienda non è quello di creare un vero e proprio missile terrestre, ma piuttosto di mettere a punto una hypercar dall’enorme potenza ma in grado di poter essere guidata efficacemente grazie a un handling sopraffino. In poche parole, l'Hennessey Venom F5 dovrebbe diventare l'auto più veloce del pianeta.

Terminata questa prima fase dello sviluppo, Hennessey continuerà con la seconda fase, dove i tecnici lavoreranno sull’agilità del mezzo e sul feedback di guida restituito al pilota. La Venom F5 sfreccerà su numerosi circuiti, compresi Laguna Seca e Circuit of The America (COTA), ma anche sull’asfalto stradale del Texas, così da mettere a punto al meglio le auto di coloro che hanno già acquistato i 24 modelli che entreranno in produzione.

FONTE: Carscoops
Quanto è interessante?
1