di

Hennessey Performance è ormai una casa rinomata per la produzione di bolidi dalle prestazioni eccezionali. La sede dell'azienda è il Texas, luogo dal quale sono venute alla luce la Venom GT e la più recente Venom F5 del 2017.

Lo sviluppo dei motori procede in modo costante e la società è riuscita a produrne uno, che verrà montato sulla Venom F5, il quale produce ben 1.817 cavalli impazziti grazie a un V8 bi-turbo da 6,6 litri. Bugatti è avvisata, perché di questo passo i suoi record sono destinati a crollare.

Tutto è estremo, esagerato, al limite. E' questo il focus della casa secondo il fondatore John Hennessey, come dichiarato nel video del dietro le quinte. Ottenere una tale potenza non basta, bisogna anche tenere basso il peso quanto più possibile, ed è con tale obiettivo che sono stati realizzati albero a gomito, pistoni, bielle e il blocco motore stesso. Invece le parti sottoposte a maggiori carichi sono in alluminio rinforzato e acciaio inossidabile.

Il motore ha un design unico, stando a quanto dichiarato dalla compagnia. Infatti l'intercooler è stato posizionato tra la camera di pressione e le teste dei cilindri. Questo serve a ridurre la temperatura dell'aria in ingresso dai turbocompressori, la quale poi termina nella camera di combustione, favorendone un miglior funzionamento generale poiché, essendo l'aria fresca più densa le prestazioni risultano superiori. Tutto ciò rende possibile ottenere una coppia di 1.355 Nm dai 2.000 agli 8.000 giri al minuto.

Nonostante il gigantesco motore la Venom F5 pesa soltanto 1.360 kg, un risultato clamoroso che la mette sullo stesso piano delle berline del segmento C. Ora che la vettura è in grado di sprigionare cotanta maestosità non vediamo l'ora di vederla sull'asfalto, magari mentre prova a battere il record di velocità, registrato dalla Bugatti Chiron, di 482 km/h.

Nel frattempo Hennessey ha anche annunciato di voler modificare la Porsche Taycan, prima elettrica a subire tale trattamento dalla società texana.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
3