Harley-Davidson Sportster S: è lei la rivoluzione della casa di Milwaukee?

Harley-Davidson Sportster S: è lei la rivoluzione della casa di Milwaukee?
di

Harley-Davidson produce la Sporster dall'oramai lontanissimo 1957, quando debuttò sul mercato sol suo V-Twin a 45 gradi, con un design conservativo e delle capacità davvero niente male. Da allora il modello ha avuto cambiamenti costanti, ma forse l'ultimo è quello più significativo.

Alcune settimane fa infatti la casa di Milwaukee ha presentato in via ufficiale la nuova Sportster S, la quale potrebbe rappresentare l'enorme salto in avanti tecnologico che in tanti chiedono al brand. La moto porta in dote pinze freno Brembo, un cambio a sei marce, potenti fari a LED e una lunga serie di accorgimenti elettronici.

Tra le innovazioni più importanti troviamo anche il motore Revolution Max 1250T, cioè un V-Twin a 60 gradi da 1.252cc che provvede a donare alla cruiser uno scatto eccezionale grazie ai suoi 122 cavalli di potenza e 127 Nm di coppia, i quali la inseriscono di diritto tra le cruiser più veloci in assoluto.

I ragazzi di RideApart hanno avuto la fortuna di provare un esemplare nei pressi di Los Angeles, e non sono riusciti a non lodare l'eccezionale risposta del propulsore, che in modalità Sport non si risparmia affatto. La modalità Road invece dosa con più calma l'output, mentre l'opzione Rain è particolarmente cauta. Ai raider che desiderano modificare i parametri singolarmente sono state concesse due modalità di guida aggiuntive con cui ritoccare il controllo di trazione, l'ABS, la frenata e tanto altro.

Riguardo al telaio, di cui fa parte anche il Revolution Max 1250T, si è parlato di maggiore rigidità e leggerezza per passaggi nei tornanti stabili e senza sorprese. La moto monta di serie pneumatici Dunlop G503 da 160/70 all'avantreno e da 180/70 al posteriore: si tratta di unità davvero massicce, ma non sembrano influire più di tanto sull'agilità della due ruote.

Passando alla dotazione tecnologica segnaliamo un quadro degli strumenti incarnato da un'ottima unità TFT con la quale gestire tutti i parametri e le opzioni, ma restano comunque numerosi i pulsanti su entrambi i lati del manubrio. Presenti la navigazione tramite app; il bluetooth; il sensore per la temperatura esterna, per quella del motore e per la pressione delle ruote e persino l'indicazione sulla tensione della batteria.

Gli acquirenti dovranno spendere almeno 15.900 euro per portarsi a casa una Harley-Davidson Sporster S, ma porteranno a casa una moto esaltante, tecnologica, comoda e adatta ad ogni situazione.

Nel frattempo il marchio statunitense sta riscontrando vendite veramente ottimali e, adesso che ha in portfolio anche la LiveWire completamente elettrica (eccola in azione), potrebbe cambiare marcia per superare nettamente i livelli pre-pandemici.

FONTE: rideapart
Quanto è interessante?
3