Harley-Davidson interrompe produzione moto a benzina, ma è solo temporaneo

Harley-Davidson interrompe produzione moto a benzina, ma è solo temporaneo
di

Mentre continua l’attesa per il lancio della seconda LiveWire elettrica, Harley-Davidson ha annunciato con un comunicato stampa che interromperà temporaneamente la produzione di tutte le motociclette a benzina per due settimane. Il problema, fortunatamente, non è poi così grave.

La dichiarazione ufficiale pubblicata lo scorso giovedì sul sito Web dell'azienda parla chiaro: “Harley-Davidson ha deciso di sospendere l'assemblaggio e le spedizioni di tutti i veicoli (escluso LiveWire) per un periodo di due settimane. Questa decisione, presa con molta cautela, si basa sulle informazioni di un fornitore di terze parti in merito a una questione di conformità normativa relativa alla parte dataci dal fornitore stesso”.

In termini più semplici, lo storico marchio statunitense ha voluto semplicemente arrestare temporaneamente la produzione non per un problema della catena di approvvigionamento, bensì per una questione normativa (molto probabilmente correlata alle emissioni) specifica alle motociclette a benzina. Al contrario, la produzione di motociclette elettriche LiveWire non è influenzata dalla decisione.

Non c’è quindi ragione per cui allarmarsi, in quanto la fornitura di motociclette non sarà particolarmente colpita da questo arresto momentaneo. A sentirne maggiormente le conseguenze sarà soltanto Harley-Davidson in quanto, proprio in questo periodo, stava cercando un nuovo slancio sul mercato attirando gli acquirenti più giovani.

Parlando sempre di mobilità su due ruote, eccovi il nuovo monopattino elettrico NIU KQi2.

Quanto è interessante?
1