Hamilton, Horner ed Elkann: ecco perchè Newey in Ferrari è possibile. E quella clausola...

Hamilton, Horner ed Elkann: ecco perchè Newey in Ferrari è possibile. E quella clausola...
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Ve lo abbiamo già raccontato, Ferrari sta provando a dare vita al Dream Team Hamilton-Newey, e la voce sta iniziando a circolare con forza nelle ultime ore, soprattutto dopo che è esploso il caso Red Bull.

Il team principal Christian Horner è stato interrogato per 8 ore in gran segreto a Londra e la sua permanenza nel team di Milton Keynes è tutt'altro che certa. Un addio che sarebbe doloroso per la squadra campione in carica di Formula 1, visto che sono in molti quelli convinti che se Horner lasciasse potrebbero seguirlo in tanti.

Fra coloro che caldeggiano l'ipotesi vi è anche Luigi Perna de La Gazzetta dello Sport, giornalista esperto di Formula 1 da una vita nonchè colui che per primo anticipò l'addio di Binotto e l'arrivo di Vasseur.

Ieri mattina analizzando la questione Newey-Ferrari, non ha escluso alcuno scenario. ”Inevitabile pensare ad Adrian Newey – scrive Perna - il genio dietro a tutti i trionfi della Red Bull, legato a doppio filo con Horner”. I due sono nati entrambi a Warwickshire, hanno frequentato la stessa scuola, seppur a dieci anni di distanza, e fu Christian a portare il progettista in Red Bull dopo Williams e McLaren. Da allora non si sono mai lasciati “Al punto che nel contratto di Newey – precisa di Luigi Perna - ci sarebbe una clausola rescissoria da poter esercitare nel caso Horner sia rimosso o costretto a dimettersi”.

Ferrari ha provato a ingaggiare Newey quando lo stesso era ancora negli Stati Uniti, quindi un secondo tentativo nel 1993 e poi nel 2014. "Emotivamente, credo sia un rimpianto non avere lavorato alla Ferrari nella mia carriera. Proprio come, per esempio, lavorare con Fernando Alonso e Lewis Hamilton sarebbe stato favoloso. A volte è solo questione di circostanze", raccontò in una recente intervista.

Magari Newey ci sta facendo un pensierino – aggiunge Perna - e non ci sarebbe da stupirsi se la Ferrari cogliesse l’occasione del caso Horner per tentare l’ennesimo assalto al “Genio”, che attualmente guadagna circa 15 milioni di euro”.

Intanto Maranello pare abbia già messo le mani su Pierre Wachè, direttore tecnico nonché braccio destro di Newey, e non è da escludere anche un assalto ad Enrico Balbo, capo aerodinamici di Red Bull. Insomma, John Elkann sogna in grande dopo l'arrivo di Hamilton e punta realmente a costruire un Dream Team a Maranello.