Hacker 19enne sconvolge Tesla: 'Posso controllarne da remoto in tutto il mondo'

Hacker 19enne sconvolge Tesla: 'Posso controllarne da remoto in tutto il mondo'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Quando si parla di software Tesla è inevitabile pensare all’efficienza degli sviluppatori nel rilascio di aggiornamenti di sistema. Tuttavia, non mancano episodi in cui risulta venire meno la sicurezza della piattaforma. L’ultimo di questi vede un hacker tedesco ottenere il “controllo remoto completo” di oltre due dozzine di Tesla sparse nel mondo.

Il diciannovenne David Colombo ha affermato giusto nelle ultime ore di avere scovato una vulnerabilità che gli consente di ottenere il pieno controllo di oltre 25 Tesla situate in tredici Paesi diversi, all’insaputa dei loro proprietari. Non solo, ma egli ha affermato di “poter disabilitare la Sentry Mode, avviare la guida senza chiave, aprire porte e finestrini, ottenere la posizione esatta, capire se c’è un conducente in macchina e riprodurre musica da remoto a tutto volume”. L’unica cosa che non può fare, per fortuna, è controllare acceleratore, sterzo e freno.

Si tratta ovviamente di attività molto pericolose, specialmente durante la guida. Basta immaginare cosa potrebbe succedere con l’apertura di una porta in autostrada, o con l’attivazione intermittente delle luci. Colombo, che ha reso pubblica la conoscenza di queste falle di sicurezza tramite Twitter, ha poi confermato che Tesla lo ha contattato e che il team di sicurezza sta indagando sul problema. L’intenzione dei suoi post, del resto, era proprio quella di catturare l’attenzione del produttore in modo da collaborare per risolvere la falla.

Nel frattempo, Tesla ha presentato la nuova Model S 2022.

Quanto è interessante?
2