Guidare una Tesla con lo smartphone a 45 metri di distanza: Summon in azione

di

Tesla ha recentemente iniziato il roll-out in early access della sua nuova tecnologia Summon, che fa parte del pacchetto Autopilot avanzato. Si tratta di una modalità che permette alle Tesla che ne sono munite di uscire in autonomia dai parcheggi e non solo.

Ora che Summon è arrivato fra le mani dei primi, fortunati clienti, sul web sono spuntati i primi video di test, che mostrano una tecnologia già solida e funzionante, un vero e proprio assaggio di futuro. Nel primo video, che potete vedere in alto, si vede una Tesla uscire in autonomia da un parcheggio e raggiungere il suo proprietario, che fra le mani ha soltanto il suo smartphone.

Le vetture dunque non vanno più solo avanti e indietro di pochi metri, con il proprietario entro i 2 metri; adesso possono giostrarsi in autonomia all'interno di un parcheggio e raggiungere il conducente senza grossi problemi, girando lo sterzo all'occorrenza. Per sicurezza, le vetture si muovono molto lentamente, tanto che l'utente del video in basso ipotizza una Granny Mode, la modalità anziani. Verranno i tempi in cui gli spostamenti saranno più veloci, bisogna però ricordare che gli aspetti a cui badare, in fase di manovra, sono tanti: si pensi al parcheggio di un centro commerciale il sabato pomeriggio, con altre auto che si muovono agli incroci, persone che camminano ecc.

Andando lentamente, le Tesla riescono a leggere meglio l'ambiente circostante, risultando così più sicure. Il futuro è dunque arrivato, secondo Elon Musk in persona Summon permette di guidare la vettura in remoto come fosse radiocomandata, purché il suo proprietario sia nel raggio d'azione - circa 45 metri.

FONTE: TheDrive
Quanto è interessante?
3