La Guida Autonoma Beta di Tesla 10.69.2 in prova a Detroit, città nera per Autopilot

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Come vi abbiamo spesso raccontato su queste pagine, sin dalla sua creazione Tesla raccoglie dati anonimi dalle sue auto in giro per il mondo per allenare l'intelligenza artificiale del suo Autopilot, non in tutte le città però la Guida Autonoma si comporta in maniera perfetta. Ora il FSD Beta 10.69.2 è arrivato anche a Detroit.

Tesla vende buona parte delle sue auto in California e in Florida ed è da lì che vengono raccolti i dati maggiori, motivo per cui una volta al di fuori di questi Stati - con strade e segnaletiche diverse, magari più confusionarie e di peggior qualità - Autopilot può funzionare peggio e avere qualche problema. Detroit è ormai "storicamente" una città capace di dare del filo da torcere alla Guida Autonoma in versione Beta (la Guida Autonoma di Tesla in difficoltà a Detroit) che Elon Musk sta attualmente sviluppando - e sarebbe davvero curioso mettere alla prova il Full Self Driving in città come Roma o Napoli, ma questa è tutta un'altra storia.

Tornando a Detroit, il canale YouTube Detroit Tesla ha deciso di fare un nuovo giro nella città con la versione del software 10.69.2. Il tester in questione è Toni Ezero, che già in passato ha pesantemente criticato il sistema nella città di Detroit, ora però sembra che ci siano stati incredibili miglioramenti. "Tutto sembra più naturale e lineare, Tesla deve migliorare il rilevamento da parte delle telecamere di segnali temporanei e scritte 'Non entrare'". Siamo certi che la situazione con il FSD Beta andrà a migliorare costantemente anche al di fuori di California e Florida, anche perché ormai la Guida Autonoma di Tesla costa negli USA 15.000 dollari ed Elon Musk non può più sbagliare...

Quanto è interessante?
1