di

Vi ricordate di Zef Eisenberg? Ne avevamo parlato circa un mese fa, quando il fondatore del marchio di nutrizione sportiva "Maximuscle" e record-breaker di professione aveva tentato di superare i 283 km/h sul ghiaccio in sella alla sua fidata moto.

Come vi avevamo accennato, Zef non si è fermato, anzi, ha deciso di tornare in azione, ripercorrendo e migliorando il record che lo ha reso famoso: il Guinness World Record per la più alta velocità mai raggiunta da una moto a turbina sulla sabbia, circa 293 km/h.

Questa volta, Eisemberg ha fatto le cose in grande: ora, il MadMax Green Monster Hayabusa sovralimentato vanta 400 Cv in più rispetto a quando ha stabilito il record di velocità, quasi un anno fa.

Il 6 aprile 2019, Zef Eisenberg è tornato sulla spiaggia di Pendine Sands. Come molte delle corse del detentore del record, il suo numero di tentativi è stato fortemente limitato dagli innumerevoli problemi che hanno colpito la sua vettura. Dopo la prima manche, il team ha optato per una gomma più dura, dopo che la più morbida ha mostrato importanti segni di cedimento a neanche metà del percorso.

Nonostante il problema, il pilota è riuscito a raggiungere il record: 182,4 mph, circa 293 km/h.

In realtà, al suo ultimo tentativo, Zef era riuscito per un attimo a toccare i 314 km/h, cosa che ha letteralmente fatto esplodere il motore e tagliato a metà la corsa. Inutile dire che, il nostro eroe, è riuscito senza problemi a fermare il veicolo e, pulitosi dalla doccia di benzina, a concludere la corsa come se nulla fosse.

«Il record è stato raggiunto su un’Hayabusa alimentata da un MADMAX 400hp potenziato. Non c’è stata alcuna sessione di prove: il record è stato raggiunto alla seconda run, con uno pneumatico posteriore che ha iniziato a rompersi a causa dell’eccessiva rotazione delle ruote alle 240 miglia orarie», si può leggere sulla pagina Facebook di Eisenberg.

Quanto è interessante?
4
Guarda Zef Eisenberg raggiungere la velocità record di 293 km/h sulla sabbia