di

Il boom di sensori e telecamere posteriori, ormai elementi standard per la maggior parte delle auto in commercio, fa capire che la retromarcia è una cosa seria. Nella manovra vanno continuamente analizzati tutti gli specchietti retrovisori, evitando così traffico, pedoni o oggetti che compongono l'urbanistica.

Un nuovo video postato su YouTube, girato a San Paolo, Brasile, ribadisce l'importanza di prestare attenzione durante la manovra. Una delle due protagoniste del filmato è una Chevrolet Onix bianca, probabilmente del proprietario della telecamera fissa che inquadra la scena. Nell'altro lato della strada c'è una Honda Civic grigio metallizzato: entrambe devono fare la stessa identica manovra in retromarcia per uscire dal vialetto di casa e immettersi sulla carreggiata.

Conclusa la breve attesa, dovuta ad altri mezzi circolanti, entrambe le auto iniziano a muoversi nello stesso istante, creando una coreografia degna di un'esibizione di nuoto sincronizzato. L'una non si accorge dell'altra e la "danza" si conclude con un fragoroso - immaginiamo, il video è senza audio - tamponamento tra i paraurti posteriori delle due vetture.

Nonostante la descrizione del video parli di lievi danni, a noi sembra che la Civic sia stata particolarmente danneggiata dall'impatto, con paraurti e bagagliaio nettamente deformati. L'inquadratura non ci aiuta a valutare al meglio i danni della Onix, vettura che sfrutta la stessa piattaforma della Opel Corsa C del 2000.

Lasciamo a voi la risposta della domanda “di chi è la colpa?”. Probabilmente è stato uno sfortunato caso in cui i punti ciechi della visuale di entrambe le vetture non hanno permesso ai rispettivi conducenti di rendersi conto dell'auto che sopraggiungeva.

Pochi giorni fa è andato in scena questo assurdo e violento incidente, che ha spezzato in due una Honda Civic Type R; fortunatamente nessuno ha riportato traumi. Meno spettacolare ma irriverente per la sua goffaggine l'incontro tra una Ford Mustang e una fermata del bus.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
1