di

Chi segue il materiale video legato al mondo delle quattro ruote conosce benissimo l'equazione che esiste tra Carwow e le gare di accelerazione. Il gestore del canale YouTube, Mat Watson, non perde mai l'occasione di schierare sulla griglia di partenza qualunque tipo di veicolo.

Stavolta ha deciso di mettere l'una di fianco all'altra quattro vetture del Gruppo Volkswagen: una Lamborghini Urus, una Porsche Cayman GT4, una Audi TT RS e una Volkswagen Golf R. Ovviamente lo scopo non è capire quale sia la più veloce, bensì valutare i vari distacchi e scoprire quale delle quattro sportive restituisca di più in base all'output che sprigiona.

Partendo dal modello più economico ci imbattiamo nella Golf R (eccola mentre annienta il vecchio modello), che prende il modello standard con motore a quattro cilindri da 2,0 litri per portarlo a 320 cavalli di potenza e 420 Nm di coppia. Il cambio è un automatico a doppia frizione e sette rapporti. Proseguendo troviamo la Porsche Cayman GT4, la quale si affida ad un sei cilindri in linea da 4,0 litri per inviare all'asfalto 426 cavalli di potenza e 420 Nm di coppia. Non crediate però che la sportiva di Stoccarda sia più pesante della VW, perché in realtà coi suoi 1.395 kg è la più leggera del gruppetto.

Il modello dalla massa notevolmente più importante è la Lamborghini Urus, che per spostare i suoi 2.199 chilogrammi mette a lavoro un V8 biturbo da 4,0 litri e manda alle quattro ruote un output di 660 cavalli e 850 Nm. Infine abbiamo la TT RS, che si infila in mezzo alle rivali con 405 cavalli di potenza e 480 Nm di coppia derivanti da un motore da 2,5 litri. Come la Urus possiede una trazione integrale in grado di darle un'ottima spinta alla partenza.

Dal nostro canto non abbiamo intenzione di rovinarvi la sorpresa, per cui vi consigliamo di guardare per intero il video in alto. Nel caso in cui foste interessati a vedere altre drag race possiamo mostrarvi l'assurdo testa a testa tra una monoposto da Formula 1, una Porsche 911 Turbo S e una motocicletta BMW da Superbike.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1