di

È trascorso quasi un anno dalla presentazione della Gordon Murray T.50, la supercar erede della McLaren F1, dotata di un motore V12 montato in posizione centrale, tre posti nell’abitacolo e una ventola effetto suolo al posteriore. Dopo aver scoperto ogni suo segreto nel corso di questi mesi, adesso è l’ora di sentirne la melodia, o meglio, l’urlo.

In realtà non è la prima che sentiamo il suono del Cosworth V12 aspirato da 3.9 litri e 650 cavalli, ma sicuramente non l’avevamo mai sentito nella zona prossima al limitatore, impostato a quota 12,100 giri/min.

Come al solito, il vlog con protagonista Dario Franchitti si apre con un po’ di anticipazioni su quanto andremo a vedere e sentire di lì a poco. I tecnici raccontano quanto lavoro e sviluppo si celi dietro a questo incredibile propulsore. Chiacchiere indubbiamente interessanti ma che diventano subito di troppo quando il motore può parlare da sé.

Poco dopo infatti, anche Mr. Franchitti chiede se fosse possibile udire il motore all’opera: nessun problema, anzi, il tecnico ha anche dichiarato che il banco prova su cui è montato il propulsore è già programmato con una simulazione completa di Le Mans.

Da quel momento iniziano 90 secondi di goduria sonora che vi rallegreranno la giornata. Il motore accelera e decelera come se fosse montato a bordo dell’auto sul circuito della Sarthe, con tanto di fiammate sceniche provenienti dallo scarico di tanto in tanto.

A questo punto non ci sono davvero più segreti per la Gordon Murray T.50 e adesso non ci resta che aspettare il suo arrivo, previsto per gennaio 2022. Ne verranno prodotte solamente 100, con un prezzo di listino di 2,6 milioni di euro, al termine delle quali vedremo una versione pensata espressamente per la pista.

Quanto è interessante?
1
La Gordon Murray T.50 urla a 12 mila giri: questo è il suono più bello che sentirete oggi