di

La Gordon Murray T.50 è una vettura dal design assurdo e dalla potenza fenomenale, ma c'è una caratteristica sulla quale il team di sviluppo si è concentrato particolarmente: la riduzione del peso. In effetti rientra tra le supercar più leggere in assoluto, e adesso abbiamo finalmente avuto la possibilità di vederla in azione.

In occasione della settantottesima edizione del Goodwood Members's Meeting si sono riuniti ancora una volta i membri del Goodwood Road Racing Club: un esclusivissimo assembramento che risulta perfetto per gli amanti delle vetture fuori dal comune o addirittura esotiche.

Tra gli esemplari più in vista c'è stata sicuramente la Gordon Murray T.50, che è entrata in scena in grande stile ruggendo tutta la sua impazienza sul Goodwood Motor Circuit. Come potreste notare dando un'occhiata al video in alto, la macchina con sedile di serie in posizione centrale ha completato tre giri attirando su di sé gli sguardi ammaliati del pubblico, anche grazie alla maestria di Dario Franchitti al volante.

Con chi non avesse seguito lo sviluppo della T.50 vogliamo però condividere le specifiche tecniche principali (i numeri della Gordon Murray T.50 li abbiamo già riportati tempo fa). A idearla e progettarla è stato Gordon Murray, rinomato ingegnere che ha lavorato al progetto McLaren F1 (e si vede), il quale ha ben pensato di inserire sotto la scocca un poderoso V12 Cosworth da 4,0 litri modificato internamente. L'unità genera 663 cavalli di potenza e 467 Nm di coppia, spinge la lancetta del contagiri fino ai 12.100 rpm e pesa soltanto 177 chilogrammi, andando ad incarnare il V12 stradale più leggero in assoluto. La trazione è esclusivamente posteriore e il cambio, sorprendentemente, un manuale a sei marce Xtrac.

Ovviamente un bolide di questo tipo, avvantaggiato da una massa complessiva di appena 986 chilogrammi, non poteva assolutamente essere economico: ogni esemplare richiede un esborso di almeno 2,7 milioni di euro, personalizzazioni escluse. Il piano della compagnia prevede la costruzione di 100 unità, ma per i più esigenti Gordon Murray ha presentato la T.50 Niki Lauda: una indomabile bestia da pista con 735 cavalli di potenza e altri ritocchi degni di nota.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
2