INFORMAZIONI SCHEDA
di

La 911 GT3 è stata, da sempre, un’auto in grado di cambiare i connotati di un intero segmento. Il punto di forza delle Porsche 911 GT3 non è la potenza bruta ma l’handling, il feeling di guida che sembra fatto apposta per andare forte con facilità.

Il nuovo modello ha già fatto parlare tanto di sé, grazie a prestazioni superiori a quelle dichiarate, e grazie al successo riscontrato tra la stampa di settore, tra i quali ricordiamo Jay Leno, rimasto piuttosto impressionato dalle qualità motoristiche e dinamiche del mezzo. Il modello precedente però non va sottovalutato, perché grazie alle sapienti cure di Manthey Racing, dimostra di essere ancora dannatamente efficace, soprattutto tra le curve del Nurburgring.

Da anni, le auto Porsche non hanno più segreti per Manthey Racing, che ha vinto innumerevoli competizioni a bordo delle 911 GT3 R, tra i quali la famosa 24 ore del Nurburgring, e quando il team si trova lontano dalle competizioni, sviluppa componenti speciali per i clienti più esigenti della casa di Stoccarda, che potranno così tirare fuori il massimo dalle proprie sportive.

Per questo motivo hanno allestito una variante della Porsche 911 GT3 RS, denominata MR, che monta tutti i miglioramenti disponibili, e l’hanno affidata al pilota ufficiale Porsche, Kevin Estre, velocissimo ed esperto sulle colline del Green Hell. Il pilota ha fatto segnare un tempo di 6:49,656 sul vecchio layout del circuito - lo stesso su cui aveva girato anche la Porsche 911 GT3 RS standard, risultata più lenta di quasi 7 secondi – mentre il tempo segnato sul nuovo layout è di 6:54,340.

Un risultato incredibile, anche per il pilota, che è rimasto colpito dalle prestazioni della vettura, capace di girare a pochissimi secondi dalla versione da corsa che guida abitualmente in gara. Per ottenere queste prestazioni Manthey Racing non ha toccato il motore, ma ha apportato modifiche solamente all’assetto dell’auto, che monta ammortizzatori completamente regolabili marchiati KW, tubi dei freni in treccia metallica coadiuvati da pastiglie dei freni più performanti.

Ritoccate anche le già ottime doti aerodinamiche della GT3 RS, con l’utilizzo di una nuova ala posteriore derivata dalle competizioni, piccoli flap sul paraurti anteriore e minigonne specifiche, tutti realizzati in fibra di carbonio. Infine presenta un set di 4 cerchi in magnesio, che sul posteriore possono essere coperti da un disco in carbonio per migliorare ulteriormente i flussi aerodinamici.

Ci teniamo a precisare che l'auto utilizzata in quest'occasione è comunque omologata per la normale circolazione su strada, ad eccezione del sedile di guida, unico elemento non "legale" ma necessario per la sicurezza del pilota. Il risultato delle modifiche parla chiaro grazie al cronometro, ma vi invitiamo a sedervi sul sedile del passeggero per gustarvi il video del giro completo.

FONTE: Carscoops
Quanto è interessante?
1
Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911