In Giappone vince Toyota: ibride alla pari delle elettriche dal 2035

In Giappone vince Toyota: ibride alla pari delle elettriche dal 2035
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Toyota è senza alcun dubbio la compagnia automotive più grande e diffusa del mondo, per questo motivo ha un potere (anche politico) immenso. In Giappone, grazie alla pressione di Akio Toyoda, verranno supportate anche le auto ibride oltre a quelle 100% elettriche.

Nel Paese del Sol Levante ci sarà dunque uno switch un po' diverso rispetto a quello europeo: in UE dal 2035 non si potranno più vendere auto a benzina, a gasolio o a GPL, solo 100% elettriche a batteria e a idrogeno. Akio Toyoda invece, CEO di Toyota Motor Corp e presidente del gruppo Japan Automobile Manufacturers Association (Jama) starebbe per strappare un accordo storico al governo locale.

Secondo Akira Amari, ex ministro dell’industria e membro veterano del Partito liberal democratico giapponese, la Jama non avrebbe mai supportato un governo che non avesse accettato anche i veicoli ibridi, motivo per cui dal 2035 in Giappone le ibride saranno molto probabilmente equiparate alle elettriche e vendute senza problemi.

La questione, in effetti, è molto delicata, ne abbiamo parlato nell'articolo La Toyota bZ4X sarà il futuro o il crac. L'industria giapponese è molto avanzata sul fronte delle Full Hybrid ma tanto indietro sul fronte 100% elettrico. Toyota ha lanciato la sua prima elettrica a batteria solo qualche mese fa, la bZ4X, che comunque è già stata richiamata per un problema alle ruote (Toyota richiama subito la bZ4X), il tutto mentre i concorrenti hanno già modelli a batteria alla loro seconda o terza generazione. In Giappone si rischia di rimanere davvero al palo e di perdere milioni di posti di lavoro, questa nuova mossa della Jama però potrebbe aver alleggerito la situazione. Vedremo se ci saranno ulteriori sviluppi.

Quanto è interessante?
1