In Germania le pompe di benzina dovranno essere dotate di colonnine per EV

In Germania le pompe di benzina dovranno essere dotate di colonnine per EV
di

La Germania pare stia viaggiando a spron battuto verso l'elettrificazione del parco auto e verso l'incentivazione dei consumatori ad adottare tale pratica al più presto. Uno degli ultimi provvedimenti per raggiungere tale scopo riguarda l'installazione obbligatoria di colonnine di ricarica per auto elettriche in tutte le pompe di benzina.

Pensandoci bene si tratta di una misura assolutamente sensata, e non solo perché è ormai indispensabile costruire più colonnine, ma anche perché le stazioni di rifornimento vengono in genere costruite in punti cardine della circolazione veicolare.

In questo modo gli automobilisti, secondo le previsioni, sarebbero più propensi a scegliere un'auto elettrica rispetto ad una tradizionale, che tra l'altro non gode dei 6.000 euro di incentivo all'acquisto. Reuters ci permette di sapere di più dell'argomento tramite una trascrizione della dichiarazione di The Mobility House:"Si tratta di un impegno chiarissimo verso i veicoli a batteria, che stabilisce come tecnologia del futuro la mobilità elettrica. Questo inserisce intenzionalmente la Germania nel gruppo leader per il supporto ai veicoli elettrici a batteria."

In questo preciso momento il Paese è punteggiato da poco meno di 28.000 stazioni di ricarica disposte su tutto il territorio, ma la maggior parte di queste non offre alcuna ricarica rapida. Per incentivare l'acquisto di EV il Paese ha bisogno di almeno 70.000 stazioni, più di 7.000 tra queste dovranno disporre di colonnine a ricarica rapida. Nel 2019 la Cancelliera Angela Merkel annunciò l'obiettivo di disporre almeno un milione di punti di ricarica sul territorio nazionale entro il 2030, e quindi inserirli nelle pompe di benzina già esistenti sarebbe un'ottima mossa, anche nella riduzione dei costi e nell'occupazione degli spazi.

Il motivo per il quale la Germania sta intervenendo in modo così forte è da ricercare nel numero di auto elettriche vendute nel 2019: soltanto l'1,8 percento dei veicoli registrati in totale, mentre ora si è appena registrata una leggera crescita fino al 3,3 percento, che però non è abbastanza.

In Italia la lotta all'inquinamento urbano si sta traducendo in vari tipi di manovre. Una di queste prova ad affidarsi alla micro-mobilità incentivando l'acquisto di monopattini e biciclette elettriche (arrivano più soldi per il Bonus Mobilità 2020), e al contempo non mancano iniziative di società private come Lime, che vi pagherà per ricaricare i suoi monopattini elettrici in diverse città italiane.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
2