GM testa l'avanzato sistema Ultium con un veicolo senza volante

GM testa l'avanzato sistema Ultium con un veicolo senza volante
di

General Motors ha appena provato in strada il suo sistema propulsivo Ultium del quale abbiamo già parlato alcuni giorni fa. Il brand lo ha fatto tramite il veicolo elettrico a guida autonoma, il Cruise Origin.

Per chi non conoscesse Ultium, stiamo parlando di una tecnologia parzialmente modulare che andrà a muovere autovetture di dimensioni anche diametralmente opposte, dalle piccole berline agli enormi veicoli come l'Hummer EV annunciato lo scorso anno.

Genar Motors ha in pratica utilizzato il Cruise Origin di GM Cruise, una sua sussidiaria specializzata sull'automatizzazione di mezzi di trasporto destinati al ridesharing (un termine anglofono che descrive la pratica della condivisione di passaggi in auto) per portarsi avanti coi lavori nel modo più rapido possibile.

Inoltre Ken Morris, vicepresidente dei programmi per auto elettriche e a guida autonoma per General Motors, ha aggiornato i propri dipendenti sullo stato del programma in questi termini:"Nonostante la pandemia, non abbiamo mollato il colpo. I nostri programmi AV ed EV sono ben in pista. Difatti, dal 2020 al 2025 allocheremo più di 20 miliardi di dollari di capitali/risorse ingegneristiche verso i nostri programmi EV/AV, i quali equivalgono a 3 miliardi di dollari annui."

Insomma, General Motors ha deciso di accelerare le proprie strategie con la collaborazione di Cruise, che a sua volta sta testando il suo sistema di guida autonoma sulla Chevrolet Bolt EV in modo particolare. Adesso però le compagnie si stanno concentrando sul rodaggio della tecnologia Ultium attraverso i Cruise Origin:"Il Cruise Origin verrà costruito presso l'impianto di assemblaggio di Detroit-Hamtramck, il nostro primo stabilimento dedicato interamente ai veicoli elettrici, e verrà mosso dal nostro Ultium battery system. Al momento possediamo già un veicolo di test motorizzato da tale tecnologia sul tracciato di Milford, con i veicoli di pre-produzione in arrivo entro il prossimo anno."

Come avrete notato dall'immagine in alto, al Cruise Origin manca completamente ogni forma di input e quindi, per una eventuale approvazione da parte degli istituti di regolamentazione stradale, servirà ancora molto tempo. In chiusura vogliamo informarvi circa un'altra compagnia impegnata sulla guida autonoma senza la presenza di un volante: si tratta di Canoo, una startup la quale ha concentrato i propri sforzi sulla progettazione di un avveniristico e spazioso attico elettrico su gomma.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
1