La futuristica Lancia Stratos Zero manda in visibilio Beverly Hills

La futuristica Lancia Stratos Zero manda in visibilio Beverly Hills
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Una delle zone più lussuose di Los Angeles, Beverly Hills, e uno degli eventi più esclusivi, il Rodeo Drive Concours d'Elegance. Il concorso d'eleganza che vede ogni anno centinaia di auto rarissime quest'anno ha avuto una protagonista indiscussa: la Lancia Stratos HF Zero.

Prima di concentrarsi sulla creatura di Bertone vanno tuttavia fatte delle menzioni d'onore. Alla sfilata erano presenti bolidi esclusivi, sia d'epoca che moderni: accanto ad una Bugatti Type 57C del 1939, appartenuta allo Scià dell'Iran, si poteva ammirare la nuovissima McLaren Speedtail. C'era poi una Ferrari 250 GTO del 1962 dal valore di 60 milioni di euro, la Maserati Tipo 61 "Birdcage" del 1960 e una Packard Dual Cowl Phaeton del 1935.

Nonostante il fornito assortimento, gli sguardi erano calamitati dalla forma a cuneo della Stratos Zero. La vettura fu presentata allo stand Bertone del Salone di Torino del 1970. Era un'astronave e non aveva nulla di convenzionale, a parte le ruote. Non si trattava di una showcar come tante altre, l'auto era funzionante e fu progettato un telaio monoscocca esclusivamente per lei.

Il mondo amava quelle forme così ardite e inusuali. Lancia colse la palla al balzo e chiamò Bertone dicendo verosimilmente qualcosa del genere: “Pronto, trasformiamo la Stratos in una macchina da rally?”. Al Salone di Torino del 1971 venne presentato il prototipo della Lancia Stratos HF, così come noi la conosciamo. Della Zero rimase il nome e qualche concetto, la Stratos definitiva era semplicemente diversa: Marcello Gandini confezionò un vestito mozzafiato adatto alle competizioni.

Il progetto poi scomparve per anni: il V6 Dino progettato da Ferrari non era ancora pronto. Ma quando la Stratos fu omologata al Gruppo 4 nel 1974 fu subito chiaro l'aggettivo che l'avrebbe contraddistinta: dominante.

Sarà il design iconico o i 17 rally mondiali vinti - di cui 4 rally di Montecarlo - fatto sta che la Stratos è apprezzatissima dai collezionisti, anche Jay Leno ne ha tessuto recentemente le lodi. L'erede spirituale è attualmente costruita dalla Manifattura Automobili Torino, la MAT Stratos è basata sulla Ferrari F430 e disegnata da Pininfarina. (immagini Ted7)

FONTE: TheDrive
Quanto è interessante?
3
LanciaLancia