Fusione Renault-FCA, Bolloré riapre: "Trattativa vantaggiosa per tutti"

Fusione Renault-FCA, Bolloré riapre: 'Trattativa vantaggiosa per tutti'
di

Le trattative per una fusione tra Renault e il Gruppo FCA sembravano inizialmente andare a gonfie vele, poi per il gruppo italo-americano qualcosa è andato storto, ma da un po' sembra che le tensioni si stiano sciogliendo.

Secondo alcune indiscrezioni Mike Manley, CEO di FCA, qualche settimana fa si sarebbe recato a Parigi per riaprire le trattative, ripartendo dalle basi poste a inizio giugno. Adesso è invece Thierry Bolloré (amministratore delegato in Renault) a fare un tentativo di riavvicinamento tra le parti:

"I fondamentali di questo eccellente progetto sono sempre robusti, in due mesi il contesto non è cambiato. Le sfide di consolidamento dell'industria mondiale sono gli stessi. Non bisogna mai dire mai, anche se ad oggi non ci sono più trattative in corso." Queste le sue parole, estratte da un'intervista di Les Echos. Alcuni commentatori francesi, però, non vedono di buon occhio la situazione a causa di un matrimonio che per loro sarebbe sfavorevole ai nostri cugini d'oltralpe.

Ma l'ostacolo più grande da superare è il partner Nissan, che non sembra affatto lieto della possibilità di una fusione tra i produttori francesi e italiani. Sulla questione Bolloré ha aggiunto: "Non abbiamo mai visto un progetto così sinergico, e creatore di valore a beneficio di Renault. Mai." E infine: "Tra i fondamentali robusti del progetto per l'Alleanza, ci sono elementi sull'America del Nord che non sono sfuggiti agli uomini di Nissan. Erano al corrente dell'interesse rappresentato da questa operazione."

Nei prossimi giorni potrebbero quindi esserci novità, se siete interessati continuate a seguirci. Nel frattempo Renault non sembra voler restare con le mani in mano, ha deciso di investire nel mercato cinese per un'espansione delle proprie elettriche sul mercato internazionale.

FONTE: ansa
Quanto è interessante?
3