Fusione FCA-PSA praticamente fatta! L'annuncio potrebbe arrivare oggi

Fusione FCA-PSA praticamente fatta! L'annuncio potrebbe arrivare oggi
di

Sono in molte le testate che ormai stanno riportando la cosa: la fusione tra FCA e PSA è ormai cosa fatta, manca l'accordo su alcuni dettagli e poi l'annuncio potrà esser reso pubblico.

Il Wall Street Journal ha riportato le parole scritte dalla Detroit Free Press:"Fiat Chrysler e il Gruppo PSA hanno concordato la fusione." Come vi avevamo segnalato ieri, le trattative proseguono senza interruzioni e a quanto pare Peugeot avrebbe già accettato tutto durante una riunione interna, mentre il consiglio di FCA si sta riunendo in questo momento, e l'annuncio potrebbe arrivare nel corso delle prossime ore.

Se il tutto si verificasse andrebbe a crearsi il quarto gruppo automobilistico mondiale per dimensioni e, con un valore di 50 miliardi di dollari, andrebbe a posizionarsi solo alle spalle di Toyota, del Gruppo Volkswagen e dell'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi. Secondo alcune indiscrezioni si tratterà di una fusione alla pari, con le due parti a gestire ognuna il 50% del nuovo colosso.

Al momento il Gruppo FCA ottiene gran parte dei ricavi dal mercato statunitense, e domina quello italiano, mentre Peugeot è il secondo produttore più apprezzato in Europa, col proprio marchio vincente in Francia e con Opel in ottima salute in Germania. Le compagnie tra l'altro già collaborano sul vecchio continente nella produzione di van, come orgogliosamente espresso in precedenza dal CEO FCA Mike Manley. Comunque i vantaggi sarebbero enormi per entrambe le società, infatti FCA avrebbe accesso alle piccole e moderne piattaforme Peugeot, a 10 miliardi di dollari cash, e ad alcune tecnologie per auto ibride ed elettriche. Sono tutti settori dove FCA è in ritardo od ha delle mancanze. Peugeot invece guadagnerebbe un più facile e capillare accesso al mercato americano, e a due brand stampa-soldi come Jeep e Ram.

Il risultato sarebbe una gigantesca società da circa 9 milioni di veicoli venduti all'anno, basandoci sui numeri registrati nel 2018. Per comparativa, sia Volkswagen che Toyota piazzano circa 10 milioni di unità l'anno, mentre Renault-Nissan-Mitsubishi stanno sugli 11 milioni.

Non dovrebbero esserci molti ostacoli ormai, ed entrambe le compagnie sperano che un eventuale coinvolgimento dei governi nazionali possa essere quanto più debole possibile, anche se la Francia detiene il 12% delle azioni di Peugeot e Dongfeng, azienda cinese, ne detiene un ulteriore 12%. A proposito di Cina, è proprio lì che FCA-PSA dovrebbero in futuro impegnarsi, perché i risultati delle vendite ottenuti nel più grande mercato del mondo sono ad oggi piuttosto fiacchi.

Per concludere vi informiamo che proprio Peugeot si è dichiarata preoccupata dai ricavi post vendita del settore automobilistico, perché le auto elettriche sono più facili ed economiche da riparare. Dichiarazioni in linea con quelle di General Motors, che ritiene le EV più semplici da costruire.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
1