La fusione FCA-PSA è completa: adesso Stellantis è realtà

La fusione FCA-PSA è completa: adesso Stellantis è realtà
di

Per mesi e mesi abbiamo accennato alla e discusso circa la fusione fra i Gruppi FCA e PSA. Le trattative non sono sempre andata avanti a spron battuto né certamente sono state semplici date le dimensioni degli attori in gioco, ma alla fine sono andate in porto: oggi è nata Stellantis.

Il nome della società deriva dal verbo latino "stello", che vuole dire "essere illuminato dalle stelle". E' chiaro che l'intento è quello far brillare di luce propria tutti (o quasi) i marchi automobilistici interni a quello che è oramai un vero e proprio colosso dell'automotive. Giusto per darvi un'idea, sotto l'ala di Stellantis vi sono Abarth, Alfa Romeo, Chrysler, Citroen, Dodge, DS Automobiles, Fiat, Jeep, Lancia, Maserati, Opel, Peugeot, Ram e Vauxhall. Nel complesso ci troviamo davanti al quarto produttore di veicoli al mondo dopo Toyota, il Gruppo Volkswagen e l'alleanza globale Renault-Mitsubishi-Nissan.

Per quanto concerne le strategie che la nuova compagnia andrà ad attuare per rosicchiare market share ai concorrenti troviamo innanzitutto la volontà di non cancellare nessuna delle case interne, anche se si è più volte vociferato che Chrysler potrebbe non uscire viva dalla fusione. In ogni caso la spinta verso l'elettrificazione quasi integrale della gamma di modelli interni sarà praticamente inevitabile sia per motivi competitivi, sia per le esigenze dettate da norme sulle emissioni sempre più stringenti.

In questo senso PSA si trovava in una posizione migliore rispetto ad FCA, con piattaforme elettriche duttili e tecnologiche già pronte. Dal suo canto però Fiat Chrysler non è affatto restata immobile, e sta già provvedendo a sfornare Fiat 500e e ad investire somme gigantesche nella conversione delle linee produttive. Maserati sarà uno dei primi brand a beneficiare di questa rivoluzione propulsiva, in quanto l'imminente linea di modelli "Folgore" consentirà l'elettrificazione totale del portfolio veicoli del marchio italiano.

Insomma, nonostante la situazione pandemica abbia gravemente intaccato i risultati finanziari sia di FCA che di Peugeot nel corso dell'anno appena conclusosi, le prospettive per il prossimo futuro sono tutt'altro che scontate. Nel frattempo gli share azionari di Stellantis verranno quotati in borsa dal prossimo 18 gennaio 2021 presso l'Euronext di Parigi e il Mercato Telematico Azionario di Milano, mentre la medesima operazione sarà attuata il giorno seguente al New York Stock Exchange. In ogni caso, il simbolo azionario sarà "STLA".

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1