Furti di biciclette: arriva il Ciclo Registro e il certificato di proprietà

Furti di biciclette: arriva il Ciclo Registro e il certificato di proprietà
di

Se i furti di auto e moto vengono regolarmente denunciati, nella speranza che in qualche modo si torni in possesso del mezzo sottratto, quando si parla di biciclette si entra in uno strano limbo, poco regolamentato. Le cose però stanno per cambiare grazie al Ciclo Registro, che dovrebbe mettere i bastoni fra le ruote (letteralmente) ai ladri.

Parliamo di un'idea di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), annunciata a BiciAcademy, l'evento dedicato ai negozianti di settore. Si cerca così di porre un freno a un fenomeno che affligge, almeno secondo i dati ufficiali, 320.000 amanti delle due ruote, anche se i dati reali potrebbero essere di molto superiori. Ma cos'è il Ciclo Registro?

Si tratta di un portale web all'interno del quale è possibile registrare il numero di telaio della propria bicicletta e produrre un certificato digitale di proprietà, in maniera del tutto gratuita. In questo modo le autorità potrebbero subito conoscere il legittimo proprietario di un veicolo a due ruote, capire se la bici è stata rubata oppure no. Secondo Andrea Dell'Orto, presidente Confindustria ANCMA, il Ciclo Registro apre le porte anche a nuove opportunità assicurative create appositamente per i ciclisti. Si spera inoltre di fare ordine nel mercato dell'usato, spesso dominato dal caos, e frenare in maniera importante il fenomeno della ricettazione.

Quanto è interessante?
7

Le Offerte e le parti di ricambio per Auto e Moto in offerta su Amazon.it.