di

E' probabile che molti di noi si sentano giù a causa delle misure restrittive giustamente imposte per combattere la diffusione del Coronavirus, ma adesso è tempo di una storia ridicola, che speriamo possa strappare un sorriso a qualcuno.

Un tizio dell'Arizona, Stati Uniti, ha deciso di mettersi in ridicolo provando a scappare alle forze dell'ordine a bordo di una piccola e modesta Smart Fortwo, che è mossa da un tre cilindri da meno di cento cavalli di potenza. Insomma, un detto afferma che la speranza sia l'ultima a morire.

Come potete notare voi stessi dal video, nonostante l'individuo sia a tutto gas, viene superato nell'indifferenza più totale da altri automobilisti. Non sappiamo se una roba simile possa essere chiamata "inseguimento", ma quello che è certo è che la polizia locale questa volta ha senza dubbio avuto vita facile.

Stando a vari notiziari locali, il tutto ha avuto luogo nella mattina di ieri, quanto il tenace conducente della Smart è stato coinvolto in un disordine presso un parcheggio di uno Walmart di Gilbert, Arizona. La polizia ha risposto alla chiamata dei cittadini, che riportavano di "un individuo sospetto nel parcheggio...che strillava e inveiva" e che "si è rifiutato di parlare con gli agenti". In base alle notizie diffuse da AZ Familiy a un certo punto l'uomo se l'è data a gambe, ma in realtà pare essersi avviato a passo lungo verso la sua auto, abbia avviato il motore, e sia andato via.

Dopodiché il sospetto ha rifiutato più volte di accostare, nonostante le intimazioni delle forze dell'ordine, e in seguito ha superato vari semafori rossi dirigendosi verso Phoenix. Per la salvaguardia della sicurezza pubblica il Department of Public Safety ha deciso di annullare l'inseguimento, lasciando credere al fuggiasco di esser stato lasciato in pace.

All'improvviso però la polizia ha ripreso la corsa per evitare di far avvicinare l'auto alla capitale dell'Arizona, e l'ha immediatamente speronata, spingendola a bordo strada e infine accerchiandola. Tutto è bene quel che finisce bene.

A qualche migliaio di chilometri di distanza, nello stato del South Dakota, la popolazione pare non aver alcuna preoccupazione riguardo l'epidemia di Coronavirus, infatti si è deciso di organizzare vari eventi di motorsport locali in barba al buon senso. La Formula 1 invece è ferma fino a nuovo segnale, ma Charles Leclerc e Lando Norris si divertono lo stesso, affrontandosi attraverso il simulatore.

FONTE: thedrive
Quanto è interessante?
3