di

Il noto designer Frank Stephenson, che ha lavorato su bolidi quali la Ferrari 599 GTB Fiorano, la Maserati MC 12 o la McLaren P1, è solito esaminare il design nuovi modelli di supercar prodotti dai marchi più importanti per lasciare trasparire il suo punto di vista e le modifiche che apporterebbe alla carrozzeria attraverso del materiale video.

Come avrete già notato dal titolo, stavolta è toccato alla Ferrari 296 GTB: il nuovo e agguerrito mostriciattolo ibrido di Maranello. Prima di proseguire ci teniamo a condividerne rapidamente le specifiche tecniche: la 296 GTB è una vettura che in una massa di circa 1.430 chilogrammi incorpora un generoso V6 turbocompresso e ibrido da 2,9 litri, il quale manda sull'asfalto un output complessivo di 830 cavalli e 740 Nm per via di un cambio automatico a otto rapporti.

Tornando al nocciolo della questione, Stephenson ha in linea di massima lodato il lavoro svolto dal team di design Ferrari, ma per lui l'allineamento non perfetto tra il posizionamento dei fari anteriori e le linee del cofano si sarebbe potuto gestire meglio, e lo stesso vale per le linee dei finestrini che non intersecano perfettamente le aperture delle portiere. Criticata anche la griglia frontale, definita troppo ampia, mentre l'alettone facente parte dell'aerodinamica attiva per Stephenson avrebbe dovuto avere la stessa tonalità di rosso della carrozzeria invece di essere avvolto dal nero.

In nero avrebbe invece verniciato il tetto, poiché così facendo si sarebbe mascherato alla perfezione con la fantastica estetica realizzata con la fusione del parabrezza coi finestrini laterali formando un unico elemento, in pieno stile da cockpit aerospaziale. Nota a margine la particolare scelta cromatica per gli specchietti retrovisori, con il rosso posizionato in alto per contrastare coi finestrini e il nero posto in basso per spiccare sulle portiere. Stephenson avrebbe invertito i colori.

Nel caso in cui non aveste seguito la presentazione del portentoso bolide italiano vi consigliamo infine di dare un'occhiata alla nostra sintesi. Se invece da grandi appassionati di motori preferireste personalizzare la Ferrari 296 GTB a vostro piacimento, sappiate che il brand di Maranello ha reso disponibile il configuratore sul sito ufficiale.

Quanto è interessante?
1