di

Frank Stephenson è un designer molto conosciuto nel settore automotive, in quanto ha lavorato con brand come Ferrari, McLaren, Maserati, Alfa Romeo altri per portare alla luce rispettivamente la F430, la MP4-12C, la MC 12 e la 8C Competizione.

Il suo sforzo creativo ha pertanto portato alla luce una serie di bolidi estremamente piacevoli non solo da guidare, ma anche da osservare. Di recente Stephenson ha avviato una interessante rubrica su YouTube, utile a prendere in esame i migliori design a tema auto per dispensare tanti ottimi consigli ai giovani progettisti di carrozzerie.

Nel video in alto, che rappresenta il sesto episodio della serie, ha analizzato tre intriganti lavori svolti da altrettanti designer alle prime armi. Il primo, realizzato dal sedicenne Alfonso Ferreras, concerne una vettura elettrica dal design molto curato e piuttosto realistico. In linea di massima Stephenson è rimasto colpito, ma non sono mancate criticità come la progettazione imprecisa del parabrezza o il distanziamento troppo corto tra ruote anteriori e posteriori.

La seconda macchina, concretizzata su carta dal ventunenne Fazil Hanafi (il nome non è riportato per iscritto), riguarda un imponente SUV dalle linee estremamente taglienti e aggressive, che stavolta si allontanano dagli stilemi di design in uso e abbracciano una filosofia quasi da LEGO. In questo caso Stephenson ha criticato la quantità esorbitante di linee e di interruzioni alla fluidità visiva:"Ci metterei un giorno intero per guardarla dall'inizio alla fine. C'è troppo, troppi elementi, troppi movimenti delle linee che fermano lo scorrere dello sguardo."

In ultimo Stephenson si è soffermato sul lavoro di Zay Hansdah, e ha iniziato così:"Ho deciso di revisionarlo perché c'è molto da criticare." Insomma, non una grande partenza per Hansdah, che con la sua matita ha dato vita ad una supercar dotata di accenti assolutamente estremi, soprattutto per quanto concerne il retrotreno. Alcuni frammenti dell'insieme sono piaciuti al recensore, ma c'è ben poco di concretizzabile: l'assetto è assurdamente vicino al suolo, i tre sketch non rappresentano esattamente lo stesso veicolo e troppi elementi cozzano fra loro.

Per avviarci a chiudere vogliamo rimandarvi all'opinione del noto designer sulla fenomenale Ferrari Roma e circa la recente McLaren Artura. Sulla prima si è detto quasi totalmente positivo sia sugli interni che sulla carrozzeria, mentre della seconda avrebbe cambiato vari dettagli.

Quanto è interessante?
1