La Francia legalizza la Guida Autonoma: i costruttori responsabili degli incidenti

La Francia legalizza la Guida Autonoma: i costruttori responsabili degli incidenti
di

Negli ultimi anni l’Europa è stata alquanto fredda nei confronti della Guida Autonoma, i vari Paesi hanno voluto studiare con attenzione la questione e solo adesso arrivano i primi passi concreti verso la liberalizzazione: dopo Regno Unito e Germania, ora anche la Francia approva nuove leggi in merito.

A partire dal 2022 infatti, il Paese transalpino modificherà pesantemente il proprio Codice della Strada, così da far spazio alla Guida Autonoma. Le nuove regole saranno graduali e si attiveranno inizialmente solo in alcune aree circoscritte già dal mese di settembre del 2022. Ciò che sorprende però è ciò che ha stabilito il Governo Francese: in caso di incidente con Guida Autonoma attiva, la responsabilità sarà della vettura e dunque del costruttore, non del conducente.

Le nuove normative infatti non riguardano i sistemi di assistenza alla guida che già oggi sono presenti a bordo delle auto ma proprio la Guida Autonoma completa di alto livello, in grado di funzionare senza l’intervento umano. Un tipo di Guida Autonoma avanzato che ancora nessuna grande azienda ha sviluppato per l’utilizzo di massa, la legge francese infatti lascia porte aperte a innovazioni tecnologiche e a tecnologie che verranno. Un primo importante passo verso la liberalizzazione totale della guida senza conducente, che responsabilizzerà maggiormente le aziende. Chissà quando vedremo qualcosa di simile anche in Italia.

Quanto è interessante?
2