La Formula 1 riparte domenica: ecco tutto quello che c'è da sapere

La Formula 1 riparte domenica: ecco tutto quello che c'è da sapere
di

Quattro mesi dopo che il primo Gran Premio, quello d'Australia, è stato interrotto a causa della diffusione capillare del coronavirus, siamo finalmente ai nastri di partenza della prima gara stagionale della Formula 1.

Il via alle ostilità avverrà tra due giorni in un mondo completamente diverso rispetto a quello di poche settimane fa, e la pandemia sta infatti ancora mettendo in dubbio i piani redatti finora circa i Gran Premi da effettuare e quelli da evitare.

Oltre a questo si sta facendo anche un gran discutere circa il movimento "Black Lives Matter" che, anche se in differenti gradazioni, è stato accolto da tutta la carovana in modo piuttosto positivo. In pole position da questo punto di vista troviamo la Scuderia Mercedes F1, che ha deciso di intraprendere ogni gara con monoposto in livrea con verniciatura quasi completamente nera. Lewis Hamilton, pilota Mercedes vincitore di ben sei Mondiali, ha più volte ribadito il suo appoggio alla causa dei manifestanti:"E' importantissimo che noi cogliamo l'attimo."

A ogni modo, a breve assisteremo a un doppio GP d'Austria a distanza ravvicinata. Le gare nel Paese limitrofo al nostro si seguiranno a distanza di pochissimi giorni, e questo accadrà anche in Italia a cavallo tra la fine di agosto e l'inizio di settembre quando, imprevisti permettendo, le monoposto si sfideranno sia al Mugello che a Monza.

In pratica in appena 10 settimane si punterà a svolgere tutti i Gran Premi sul suolo europeo, con termine in una doppia competizione in Gran Bretagna. Il finale della stagione si terrà come al solito ad Abu Dhabi, ma prima di arrivarci bisognerà passare per il Bahrain.

"Effettivamente non sappiamo neanche quante gare dovremo fare." A pronunciare le parole appena riportate è stato il pilota della McLaren, e futuro ferrarista, Carlos Sainz, che a ragione ha parlato di uno scenario senza alcun precedente.

Senza precedenti anche le misure preventive messe in piedi dall'organizzazione, le quali prevedono dei test di positività al Covid-19 a ogni ingresso sul tracciato, compreso il numero limitato di coloro che copriranno l'evento a livello mediatico. Tutti i membri del team invece dovranno sottoporsi al tampone ogni cinque giorni, e tra lo staff delle diverse scuderie non si potrà affatto interagire.

Avviandoci a concludere vogliamo riportarvi i risultati delle seconde libere di oggi, che hanno visto eccellere Lewis Hamilton davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas. Per trovare i piloti Ferrari dobbiamo scendere alla quarta posizione di Sebastian Vettel e alla nona piazza occupata da Charles Leclerc.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
2