Formula 1, modifiche alla pista di Jeddah per il 2023: focus su sicurezza piloti

Formula 1, modifiche alla pista di Jeddah per il 2023: focus su sicurezza piloti
INFORMAZIONI SCHEDA
di

I fan italiani della Formula 1 e tifosi del Cavallino Rampante oggi hanno occhi soltanto per l'addio di Mattia Binotto e il possibile passaggio a Frederic Vasseur, Team Principal di Alfa Romeo Racing. Nel mentre, però, a quanto pare il GP dell’Arabia Saudita nel 2023 cambierà sensibilmente.

I promotori della tappa a Jeddah hanno confermato che per la stagione 2023 la pista vedrà migliorie notevoli per la sicurezza e visibilità. L’intervento attuale segue le precedenti modifiche applicate dopo la prima edizione del Gran Premio, quando alcuni punti sono stati allargati al fine di garantire una gara più piacevole e tutelata.

Il nuovo intervento riguarderà in primis le curve 22 e 23, sequenza ad alta velocità dove le barriere verranno posizionate diversamente e dove verrà aggiunto anche un cordolo smussato, cosicché la velocità cali di circa 50 km/h. Anche le curve cieche 14 e 20 vedranno un’apertura maggiore, per fornire ai piloti una visuale migliore. Infine, si nota l’aggiunta di cordoli smussati alle curve 4, 8, 10, 11, 17 e 23, assieme a dissuasori alle curve 3, 14, 19, 20 e 21 per rallentare le monoposto.

Martin Whitaker, amministratore delegato della Saudi Motorsport Company, ha dichiarato: “L'evoluzione del Circuito di Jeddah continua a ritmo serrato e siamo entusiasti di apportare queste ulteriori modifiche al nostro magnifico tracciato come risultato di una consultazione positiva con la FIA, la F1 e i piloti. Le due gare precedenti qui a Jeddah hanno già confermato che il JCC è il circuito stradale più veloce ed emozionante del mondo e questi nuovi sviluppi non faranno altro che aumentare lo spettacolo che i fan possono aspettarsi di vedere il prossimo marzo quando la F1 tornerà nella nostra città”.

Tra l’altro, sapevate che nel 2026 l’Arabia Saudita potrebbe ospitare 2 GP?

Quanto è interessante?
3