Ford si schiera contro l'ecotassa: un provvedimento "poco efficace"

Ford si schiera contro l'ecotassa: un provvedimento 'poco efficace'
di

Si continua a parlare di Ecotassa, il provvedimento che ha creato più di un malumore fra i cittadini e all'interno dell'industria automobilistica, nonostante le modifiche rispetto alla prima norma passata alla Camera. A esprimere parere contrario è ora Fabrizio Faltoni, presidente e amministratore delegato di Ford Italia.

Il manager considera l'ecotassa "un provvedimento poco efficace, sia rispetto all'ambiente che ai consumatori", come ha dichiarato all'Ansa. Ricordiamo che l'Ecotassa colpisce le nuove immatricolazioni secondo quattro fasce di prezzo: da 161 g/km fino ai 175 g/km il prezzo da pagare è di 1.100 euro (una tantum), fra i 176 e i 200 g/km di emissioni di CO2 si paga invece 1.600 euro, mentre da 201 a 250 g/km di CO2 si sale a 2.000 euro tondi. Se si superano i 250 g/km, si paga la quota più alta: ben 2.500 euro.

Secondo Faltoni, invece, a inquinare maggiormente sono le vecchie auto ancora in circolazione, non le nuove da immatricolare: "In Italia un'auto su cinque ha 18 anni, sono queste vetture a rovinare la qualità dell'aria. Inoltre l'ecotassa si attiva superati i 160 g/km, una cifra superata da una scarsissima percentuale di auto nuove. A dirla tutta, noi di Ford non siamo minimamente toccati, con volumi pari a zero. Faremo in modo che i nostri clienti acquistino auto non coinvolte in questa nuova tassa."

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
1

Acquista su Amazon.it il portachiavi originale della Ford Mustang e aggiungi un tocco di classe al tuo stile!