Ford dice addio a Fiesta e Focus e mette in vendita una fabbrica in Europa: cosa succede?

Ford dice addio a Fiesta e Focus e mette in vendita una fabbrica in Europa: cosa succede?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Spesso sentiamo ripetere ai nostri politici che stiamo svendendo l’industria automotive italiana alla Cina, un Paese che è sensibilmente in vantaggio sul fronte della mobilità elettrica. Di questo tema complesso abbiamo parlato nell’articolo Le parole del Governo sulle auto termiche, qualcosa a livello europeo sta comunque accadendo.

Se la Cina ha investito in ricerca e sviluppo più di noi e ora si ritrova in vantaggio non può certo essere accusata di voler conquistare il mondo a nostro discapito, come detto però questo è un tema complesso, la notizia che vogliamo commentare oggi è questa: secondo la Reuters e il Wall Street Journal, Ford starebbe per vendere una sua fabbrica tedesca. Parliamo dell’impianto di Saarlouis, nel cuore dell’Europa, dove attualmente viene prodotta la Ford Focus. La Focus però è destinata a scomparire dal mercato, Ford ha già annunciato che non la produrrà più dal 2025 assieme alla Fiesta (abbiamo infatti voluto salutare l’utilitaria americana con la prova dell’ultima Festa ST 2022 da 200 CV).

Il colosso americano ha intenzione di produrre vetture di dimensioni più generose, vuole infatti portare i suoi veicoli americani nel vecchio continente e ottimizzare la produzione. Questo ovviamente significa che l’impianto tedesco della Focus potrebbe non servire più all’ovale blu, che potrebbe dunque cedere il polo industriale. Ma a chi? In pole position ci sarebbe il colosso cinese BYD, che non a caso ha intenzione di vendere le sue auto elettriche anche in Europa, si parla però anche di Magna e VDL Nedcar.

Al momento quello di Saarlouis sembrerebbe l’unico polo Ford d’Europa a essere “in vendita”, Ford possiede un impianto a Colonia che prossimamente produrrà due veicoli elettrici basati sulla piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen, in Turchia invece l’ovale produce oggi l’E-Transit che abbiamo provato di recente e in futuro aggiungerà il Transit Custom, mentre in Romania verrà prodotta la prossima Puma elettrica e la nuova generazione di Transit Courier. A Valencia Ford dovrebbe costruire un “non definito” veicolo elettrico di nuova generazione (Ford svela i primi dettagli del suo nuovo SUV elettrico), questo investimento però non è ancora confermato al 100%, infine nel Regno Unito la fabbrica di Halewood si focalizzerà in motori elettrici. Saarlouis è dunque l’unico polo che al momento non ha destinazione dopo lo stop alla Focus, motivo per cui le indiscrezioni sulla vendita potrebbe essere esatte. Staremo a vedere, ciò che è certo è che Ford è pronta a tagliare 3.000 posti di lavoro per adeguarsi allo switch elettrico.