di

La Ford Mustang Mach-E è giunta sul mercato da pochissimo, e rappresenta il primo veicolo completamente elettrico dell'Ovale Blu. Engineering Explained ovviamente non poteva tralasciare questo evento, e ne ha discusso a livello ingegneristico comparandola ad una Tesla Model 3 e ad una Model Y.

Il proprietario del canale, Jason Fenske, pare sia in possesso di una variante premium della Mach-E, e al contempo utilizza una Model 3 come vettura personale. Effettuare un raffronto fra vetture elettriche era quindi un passo naturale da fare, e la sua analisi è piuttosto interessante.

Innanzitutto però ci pare doveroso iniziare da alcune specifiche tecniche. La Mustang Mach-E viene proposta con due pacchi batterie differenti da 75 e 98 kWh, invece Model 3 e Y ne montano una da 75 kWh. La macchina Ford spazia fra i 340 ed i 490 chilometri di autonomia per singola carica, la Model 3 fra i 423 ed i 568 chilometri e infine la Model Y si piazza fra i 487 ed i 524 chilometri (parliamo di valori in ciclo EPA).

Insomma, l'efficienza pare essere da parte delle Tesla, che usano un pacco batterie inferiore riuscendo al contempo a garantire un range maggiore. In questo senso la Model 3 Long Range è la migliore del trio, mentre la variante più efficiente della Mach-E si posiziona dietro la versione meno efficiente della Model Y.

Passando alle prestazioni è ancora la Model 3 a trionfare sullo scatto da 0 a 96 km/h, ma Mach-E e Model Y perdono soltanto qualche decimo di secondo. Riguardo i prezzi i tre modelli risultano appaiati, con cifre che oscillano fra i 40.000 e i 60.000 dollari (in Italia sono meno accessibili) in base a pacco batterie e optional vari.

Fenske si è voluto però soffermare su alcuni aspetti positivi e negativi della Mustang elettrica. La sua più grande delusione inerente la vettura è l'altezza dal suolo: a causa del grosso pacco batterie e di alcune scelte tecniche, il fondo è molto più vicino al terreno di quanto non lo sia quello della Model Y. Elogiato invece il cofano capiente e ben pensato, buono anche il bagagliaio coi sedili ribaltati e più che sufficiente l'infotainment (Android Auto e Apple CarPlay). Circa le finiture, Fenske le ha definite piacevoli e di qualità, ma la spaziosità per i passeggeri è più elevata nella Model Y.

Infine troviamo le opinioni sulla manovrabilità. Fenske ha fatto notare che il peso della Mach-E si sente tutto, ma la prontezza del volante e la risposta sportiva della macchina compensano alla grande. Interessante oltretutto la gestione dei vari tipi di frenata: quella meccanica e la rigenerativa lavorano insieme e assicurano rallentamenti immediati e un buon recupero dell'energia.

Nel caso foste curiosi di conoscere qualche dettaglio in più vi rimandiamo direttamente al video in alto, ma in chiusura citiamo la scelta del dipartimento di polizia di Ann Arbor: gli agenti locali si affideranno proprio alle Ford Mustang Mach-E come pattuglie.

Quanto è interessante?
1