Ford Fiesta diesel verso il pensionamento: i consumatori la snobbano

Ford Fiesta diesel verso il pensionamento: i consumatori la snobbano
di

Col passare del tempo gli automobilisti di tutto il mondo stanno iniziando ad acquistare sempre meno auto diesel, passando quindi alle ibride o alle vetture completamente elettriche. Certo la pandemia di coronavirus è una delle cause di questa flessione, ma rispetto agli altri tipi di alimentazione il diesel se la passa molto peggio.

L'aumento sensibile dei modelli di EV disponibili sul mercato avrà sicuramente contribuito a questa situazione, così come i grossi incentivi statali in favore di queste ultime, che in Europa stuzzicano senz'altro i consumatori. La tendenza ha portato la Ford Fiesta diesel a essere totalmente snobbata nel Regno Unito, e la compagnia statunitense ha pensato di fermarne le vendite.

Al momento non abbiamo conferme ufficiali circa la dismissione della piccola berlina, ma a quanto pare i ragazzi di Autocar si sono detti molto sicuri dell'indiscrezione ricevuta da un portavoce del brand, il quale avrebbe avallato l'ipotesi per le vendite "molto, molto basse".

A chi non lo sapesse, ricordiamo che la Ford Fiesta diesel viene offerta in due varianti differenti, da 85 o 120 cavalli di potenza, entrambe mosse da un motore a quattro cilindri da 1,5 litri. Il problema è che i cittadini britannici preferiscono portarsi a casa le nuove soluzioni messe sul mercato dal brand. Stiamo parlando della versione mild-hybrid che fa lavorare in sinergia un motore termico EcoBoost da 1,0 litri e una unità elettrica a 48 volt con due diversi tuning: il primo garantisce 125 cavalli per 18.110 sterline in configurazione a tre porte e 19.860 sterline in configurazione a cinque porte, e infine chi vuole può propendere per una variante da 155 cavalli proposta solo con cinque porte al prezzo di 20.180 sterline. La base di gamma è invece la tre porte a benzina da 75 cavalli dal costo di 16.640 sterline, mentre al top troviamo la St Performance Edition da 200 cavalli con motore 1.5 Ecoboost e cambio manuale a sei rapporti.

Una tendenza ancora solida è quella che punta verso la popolarità sempre maggiore dei SUV compatti. Da questo punto di vista è Peugeot a intuire la situazione e ad incontrare i gusti dei consumatori, grazie al debutto del Peugoet e-2008 il quale, nonostante sia completamente elettrico, non richiede il prosciugamento del proprio conto in banca. In conclusione vogliamo rimandarvi ad una interessantissima notizie proveniente dalla Finlandia: è in arrivo un diesel ecologico a basso impatto ambientale.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1