Il filtro antiparticolato per freni diventa di serie? Ecco come funziona

Il filtro antiparticolato per freni diventa di serie? Ecco come funziona
di

Abbiamo sentito parlare così tante volte di filtro antiparticolato che ormai è un’espressione entrata nel nostro vocabolario comune. Parliamo del filtro per il post-trattamento dei gas di scarico presente su tutte le vetture Diesel Euro 4 e successive, arrivato di recente anche sui motori benzina per rispettare i parametri della direttiva Euro 6c.

Presto troveremo il filtro anche altrove: potrebbe infatti arrivare di serie su tutte le vetture di nuova generazione il filtro antiparticolato applicato ai freni. Il sistema è stato ideato dalla tedesca Mann + Hummel, che andrebbe così a eliminare il problema - spesso sottovalutato - dell’inquinamento causato dai freni. Si tratta di una soluzione “rapida e indolore”, poiché si può installare facilmente su tutti i tipi di auto e veicoli commerciali, senza interventi particolarmente invasivi.

Anche su auto elettriche o ibride poiché, nonostante la loro natura green, causano comunque una grande usura delle pastiglie in fase di frenata, diffondendo così le polveri sottili dannose per la salute. Il filtro della Mann + Hummel si posiziona vicino alla pinza dei freni e assorbe l’80% circa del particolato emesso, nonostante un peso ridotto di 500 grammi.

Il problema dell’inquinamento causato dai freni non va assolutamente sottovaluto, anzi: proprio secondo Mann + Hummel, il particolato generato dai freni sarebbe superiore persino a quello degli scarichi, nel traffico. Trattandosi di polveri sottilissime per il 90% del totale, sono davvero pericolose per il corpo umano, che respira tutto senza problemi. Ora la palla passa ai produttori, che potranno decidere di installare in autonomia il dispositivo, e ai governi, che potrebbero optare per l’obbligatorietà per legge.

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
2
Il filtro antiparticolato per freni diventa di serie? Ecco come funziona