Fiat ufficializza il nome 'Pandina' per l'attuale generazione di Panda: ecco il claim

Fiat ufficializza il nome 'Pandina' per l'attuale generazione di Panda: ecco il claim
di

Una piccola svolta storica in casa FIAT: la Panda adotterà un nuovo nome, diventando la Pandina. Questa mossa coincide con l'aggiornamento previsto il 2024 della popolare utilitaria, il quale non solo introdurrà la nuova denominazione, ma anche una serie di aggiornamenti tecnologici destinati a definire il suo percorso per i prossimi anni.

Vi abbiamo da poco mostrato gli ultimi render speculativi sulla nuova Fiat Panda 2024, questa volta in carattere Jeep. Ci basterà attendere fino a luglio, quando la Pandina - ora ufficialmente ribattezzata dalla Fiat - sarà accompagnata dalla nuova versione della Panda. Quest'ultima, nota tra gli esperti come Grande Panda o Pandona che verrà lanciata con un'opzione completamente elettrica, seguita da varianti ibride nel corso del tempo.

Questo nuovo scenario si traduce in una suddivisione della gamma. La Fiat Pandina rappresenterà un'evoluzione del modello attuale e sarà prodotta in Italia, presso lo stabilimento di Pomigliano d'Arco, il quale ha costantemente fornito ogni singolo esemplare del progetto 319 fin dal 2012. Si prevede che la gamma Pandina confermerà l'utilizzo dell'attuale motore disponibile, il 1.0 Hybrid da 70 CV abbinato a un cambio manuale e trazione anteriore.

Da l'altro lato, la Pandona elettrica sarà prodotta in Serbia, nello stabilimento di Kragujevac, sfruttando la piattaforma Smart Car del gruppo Stellantis, precedentemente inaugurata con la Citroën ë-C3. Quest'ultima è prodotta nella fabbrica di Trnava, in Repubblica Ceca. Dunque, la Grande Panda crescerà in dimensioni, raggiungendo quasi i 4 metri di lunghezza e posizionandosi quindi nel segmento B (ecco invece le foto ufficiali di brevetto della Pandona).

Questa versione elettrica sarà equipaggiata con una batteria da 44 kWh che alimenta un motore anteriore da 113 CV, garantendo prestazioni di accelerazione 0-100 in circa 11 secondi e una velocità massima di 135 km/h. Si prevede che il prezzo di partenza sarà di circa 23.000 euro, con l'ipotesi di una versione futura con batteria più piccola, che abbasserà il costo al di sotto dei 20.000 euro. Ulteriori riduzioni di prezzo sono attese con l'introduzione delle versioni ibride.