Fiat Chrysler: multa da 77 milioni di dollari per aver superato i limiti sui consumi

Fiat Chrysler: multa da 77 milioni di dollari per aver superato i limiti sui consumi
di

Il gruppo Fiat Chrysler ha confermato di essere stato costretto a pagare 77 milioni di dollari di multa per non essere riuscito a rispettare i limiti fissati dalla normativa, varata dall'amministrazione Obama nel 2012, per i suoi modelli del 2016.

FCA non è risuscita ad adeguarsi alla normativa superando i limiti sul consumo di carburante medio a causa di due fattori principali. Un primo elemento da considerare è rappresentato dalla fortissima crescita, registrata dal 2012 al 2018, di SUV e pick-up (settori dove FCA è leader grazie a Jeep e RAM) che rappresentano modelli ad elevato consumo di carburante.

Un secondo fattore è rappresentato dalla totale assenza di modelli elettrificati all'interno della gamma di Fiat Chrysler. Il gruppo, guidato sino alla scorsa estate da Marchionne, è da tempo in netto ritardo per quanto riguarda l'elettrificazione della gamma che, di fatto, sta iniziando solo in questi mesi con l'avvio di progetti come la 500 Elettrica, confermata per il 2020, e le varianti ibride dei modelli Jeep, in arrivo tra fine 2019 ed inizio 2020.

L'attuale amministrazione Trump, in ogni caso, ha allentato i vincoli della normativa creata da Obama rinviando gli obiettivi fissati per il 2020 (realisticamente irraggiungibili da molte case produttrici) al 2026. Il rinvio non è ancora definitivo, a causa delle azioni legali avviate da alcuni Stati americani, ma dovrebbe diventare effettivo nei prossimi mesi.

Quanto è interessante?
0

Le Offerte e le parti di ricambio per Auto e Moto in offerta su Amazon.it.