Ferrari temporeggia sull'elettrico: quando avverrà la transizione?

Ferrari temporeggia sull'elettrico: quando avverrà la transizione?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Servirà aspettare il 2025 per vedere una Ferrari completamente elettrica. Nel frattempo la casa di Maranello temporeggia nell’annunciare la transizione elettrica totale della gamma, a differenza di Bentley e Volvo che recentemente hanno dichiarato di mirare al 2030.

Stando ad un rapporto di Automotive News, Ferrari prevede un aumento delle vendite del 35% con l’arrivo di nuovi modelli elettrici, passando dalle 11.155 unità del 2021 ad oltre 15.000 vetture costruite nel 2025. Entro il 2026 la gamma potrebbe crescere dai dodici modelli attuali fino a diciassette, con la maggior parte dei nuovi modelli concepiti per montare un propulsore termico.

L’elettrificazione è un tema particolarmente spinoso per i produttori di auto sportive. Ferrari inoltre è strettamente legata alla melodia dei suoi motori, che si tratti di V12 o V8, senza dimenticare il nuovo V6 che va ad equipaggiare la Ferrari 296 GTS. La sfida è anche sul peso, con la Casa del Cavallino concentrata sul tema batterie a stato solido.

L’analista Jefferies Philippe Houchois reputa l’approccio di Ferrari “moderato”, affermando che alcuni investitori potrebbero non esserne troppo entusiasti, in quanto il mercato dell’automobile suggerisce che “ci lanceremo sui veicoli elettrici senza tornare più indietro”.

Il mancato all-in sull’elettrico è anche figlio dell’insicurezza sul futuro del motore termico. Il pacchetto Fit for 55 dell’Unione Europa lo esclude a partire dal 2035. Tuttavia nel 2026 le case automobilistiche potranno dimostrare di saper costruire automobili con "combustibili climaticamente neutri", in caso di esito positivo pistoni e cilindri vedranno allungata la propria vita nel mercato europeo.

Quanto è interessante?
2