Ferrari smentisce attacco hacker: non c'è stata alcuna violazione

Ferrari smentisce attacco hacker: non c'è stata alcuna violazione
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nella giornata del 3 ottobre le principali testate d'informazione italiane hanno riportato di un attacco ransomware subito da Ferrari, la nota casa di produzione di Maranello. Abbiamo riportato la cosa anche noi, qualche ora fa però è arrivata la smentita del cavallino rampante.

Ferrari ha rilasciato una nota ufficiale per smentire la notizia, dicendo letteralmente che "non c'è stata alcuna violazione nei sistemi, non si è verificato alcun attacco ransomware". Sempre a detta di Maranello, non ci sarebbe stata "alcuna interruzione del business e dell'operatività". La notizia riportava di un data breach di 7 GB, che gli hacker avrebbero utilizzato per chiedere un riscatto.

Riscatto andato completamente a vuoto, con i malintenzionati che avrebbero successivamente pubblicato i documenti trafugati. Ferrari invece specifica: "Siamo consapevoli del fatto che alcuni media hanno segnalato la possibile perdita di informazioni da parte nostra e la presenza di alcuni documenti online. Stiamo lavorando per identificare la fonte dell'evento e mettere in atto tutte le azioni necessarie". L'attacco sarebbe stato rivendicato dal gruppo RansomEXX, come riportato inizialmente dal sito Red Hot Cyber.

Speriamo davvero che i sistemi Ferrari non siano stati violati, anche perché in queste settimane a Maranello c'è il fermento del lancio del nuovo Purosangue, primo Crossover dell'azienda a quattro posti.

FONTE: ANSA.it
Quanto è interessante?
2