di

La Ferrari SF90 Stradale è certamente una delle auto del Cavallino Rampante più belle da vedere: la sfida con la Tesla Model X Plaid vista a giugno è stata uno spettacolo incredibile per gli appassionati. Tuttavia, per migliorare le performance potrebbe bastare ben poco: per esempio, un semplice cambio gomme.

A mostrare il notevole effetto di questa modifica è stato Brooks Weisblat di DragTimes, il quale ha messo alla prova la potente Ferrari SF90 Stradale di serie in video con diversi set di pneumatici. L’originale set Pirelli Pilot Sport Cup 2 utilizzato da un anno consente alla supercar ibrida di completare la corsa da 0 a 100 km/h tra i 2,3 e i 2,5 secondi, ma secondo Brooks si poteva fare di meglio. Sostituendo le gomme posteriori con delle Toyo Proxes R888R nuove di zecca si è passati a risultati ancor più sensazionali, portando il tempo di sprint al minimo di 2,33 secondi o 2,16 secondi con rollout.

Nel video allegato in questa pagina si vede l’intero processo di modifica delle gomme e anche una serie di test sulla pista professionale da drag racing, dove la SF90 Stradale ha completato il quarto di miglio in 9,62 secondi a 234 km/h, un risultato notevole ma non eccellente, dato che il distacco dai tempi precedenti si fa ancora sentire; pensate che altri youtuber del mondo automotive hanno completato il quarto di miglio in 9,5 secondi a 238 km/h con gli pneumatici di serie, quindi c’è ancora un certo margine di miglioramento. Con altri test sulle Toyo, magari, DragTimes raggiungerà i tempi record desiderati.

Restando dal Cavallino Rampante, eccovi una Ferrari Testarossa del 1988 con un colore mai visto prima.

Quanto è interessante?
1